AIBXC: lombardi in diamante, tempo permettendo

Si spera in una tregua del maltempo per aprire ufficialmente la stagione 2018. Occhi puntati su Brescia per l’esordio della Leonessa contro Bologna, seguito dalla classica Lampi Milano e Fiorentina. Ci riprovano anche Roma e Perugia

Buona primavera a tutti! Augurio che di questi tempi profuma di speranza, auspicio lontano rispetto all'oggettività metereologica che stiamo vivendo oggi. Cieli grigi, freddo pungente, neve a bassa quota su tre quarti dello stivale. Scenario invernale che ha già fatto saltare il banco all'Opening Day del 22esimo Campionato di baseball giocato da ciechi, in calendario lo scorso week end, ma che si spera non debba causare ulteriori slittamenti al fitto programma del primo torneo AIBXC a 11 squadre.
La seconda giornata ci propone domenica tre gare di grande fascino sull'asse Brescia-Roma. Aprirà la sfida tra la neonata Leonessa BXC Brescia e il Bologna White Sox sul campo lombardo del CUS di Via Branze. Felsinei costretti ad inchinarsi alla pioggia a Perugia, attesi in Lombardia dalla matricola comparsa quest'anno in AIBXC, distaccatasi lo scorso inverno dal Cus Brescia del Presidente Sbardolini.
Il Presidente e capitano della Leonessa, Sarwar "Gigante Buono" Ghulam, ha raccontato sinteticamente a Baseball.it, genesi, segreti e obiettivi della compagine lombarda, ex-Bluefire: "Siamo nati in seguito a divergenze di opinione e qualche scontro di troppo su metodologie e pianificazioni, emersi durante il consueto incontro di fine stagione che ha riunito dirigenti, coaching staff e giocatori del CUS. Dopo qualche momento di tensione, si è ritenuto opportuno effettuare un rapido sondaggio, al termine del quale 8 giocatori su 9 e molti tra gli assistenti si sono espressi a favore della linea portata avanti dal sottoscritto, mentre altri, tra questi l'ex manager Eugenio Brivio, hanno preferito imboccare una strada diversa e lanciarsi in nuove avventure professionale, per altro parecchio stimolanti. Vorrei approfittare di questa opportunità per ringraziare Eugenio per l'ottimo lavoro di crescita tecnica, umana e professionale svolto con noi nelle ultime stagioni, meriti indiscussi, testimoniati da risultati importanti in diamante, oltre che fargli un grandissimo in bocca al lupo per la nuova sfida che lo vedrà in prima linea a fianco dei Tigers Cagliari".
Invitato a presentarci il roster Leonessa e sbilanciarsi sugli obiettivi stagionali della squadra, l'homerun king pachistano ha sfoggiato una volta di più quella semplicità e modestia genuina, unita a signorilità e fairplay che ne fanno uno degli atleti più amati e rispettati in AIBXC: "Credo che la sorpresa più grande per il movimento sia il ritorno di Fabio Giurleo al timone di una squadra affamata e ambiziosa. L'artefice del Miracolo a Milano con i Lampi tricolori 2013-2014, dopo un lavoro prezioso di consulenza tecnica ai Thunder's 5 nel 2015-2016, meritava nuovamente un ruolo di primo piano in AIBXC. Intercettato a fine dicembre, si è subito reso disponibile a darci una mano, anche perché il buon Fabio adora da sempre le sfide impossibili, quelle favole in tinta MLB a lieto fine in cui la chimica umana e tecnica che solo lui riesce a creare con giocatori e staff spesso è in grado di trasformare l'impossibile in probabile, se non addirittura in trionfo finale".
Parole di immensa gratitudine riservate in fine da Ghulam per compagni di squadra e coaching staff come per lo sponsor ufficiale dell'abbigliamento Leonessa BXC, griffato RIGSAVE Capital: "Riconfermato il cuore pulsante multietnico del nostro line-up in campo con uno zoccolo duro di veterani che comprende il sottoscritto, il connazionale Qadeer "Crazy Horse" Asghar, il marocchino Omar Asli, Barbara Menoni e il neo papà Gaspare Pagano. A questi, possiamo aggiungere un gruppo di atleti già discreti l'anno scorso, nella rookie season, Paolo Lizziero, Gigi Toigo, a cui proveranno a dare una mano gli esordienti Luca Mantelli e Filippo Siciliano".
Allo staff bresciano l'arduo compito di tradurre in campo lo small ball predicato in dug-out dal carismatico skipper "Mago Giurlì" Giurleo. Ghulam è comunque ottimista in merito: Posso affermare con un certo orgoglio che la Leonessa vanta probabilmente il gruppo di assistenti più giovane in AIBXC". Marco Campagna è un guanto davvero affidabile in seconda, al terzo anno d'esperienza. Il suo back-up, Daniele Sandonini. È un ragazzo di vent'anni molto sveglio e rapido ad imparare. Ottimi anche Muhammad Usman e la piccola Samantha Pellegrinelli, solo 13 anni, già passione e amore infinito per il baseball".
L'homerun più delicato e romantico viene riservato da Sarwar all'epilogo della nostra chiacchierata, riflettendo su obiettivi personali e di squadra della Leonessa: "Questa sarà la mia undicesima stagione in AIBXC. Guardandomi indietro, ripensando a qualche critica di troppo piovuta sul mio operato come alle difficoltà incontrate dalla squadra in inverno, tanto da non avere ancora la certezza tre mesi fa di poterci iscrivere regolarmente al campionato, provo immenso orgoglio personale e grande riconoscenza verso i compagni per l'immenso lavoro compiuto e per la fiducia che mi hanno dimostrato, anche nei momenti più duri. Ammetto che un paio di volte ho pensato seriamente di mollare AIBXC e salutare la compagnia, profondamente deluso da certe dinamiche… Confesso inoltre di aver ricevuto proposte da squadre blasonate che mi avrebbero offerto i gradi di capitano in campo. Ho ringraziato tutti naturalmente per l'interesse ma ci tengo troppo a finire la mia avventura agonistica nella mia Brescia, città che mi ha adottato in tutti i sensi" Oggi il gruppo si è ricreato, forte, coeso da una grande amicizia anche in Clubhouse e proveremo a dare filo da torcere a chi è più attrezzato di noi".
Secondo match di giornata a Brescia, playball ore 13.30, un grande classico del baseball AIBXC. Fiorentina e Lampi Milano incroceranno infatti mazze e guantoni in una sfida che negli ultimi anni ha sempre regalato spettacolo. Gigliati che sperano di poter finalmente esprimere il proprio potenziale in campo, alla seconda trasferta in altrettante settimane dopo il viaggio a vuoto sotto i temporali di Perugia. Lampi che si affacciano alla stagione riconfermando il roster 2017 in tutti gli effettivi, in dug-out come in campo. Confermata infatti la guida tecnica del pragmatico skipper padovano Claudio "Molly" Molon, allergico a riflettori, aforismi e fronzoli, tutto sostanza, devozione e applicazione totale dei fondamentali, assistito dai collaudati Salvatore Napolitano, Attilio Pagani, Annalisa Zappa e Giammario Comi.
Roster con un anno in più sulle spalle per i senatori Scarso, Levantini, Vasquez e il sottoscritto Briglia, quest'ultimo alla sua "Fairwell Season", il cui rendimento dipenderà molto ancora dalle prodezze balistiche del funambolico senegalese Bara ‘mbacke Dieng, come dalla maturazione definitiva di una linea verde talentuosa e promettente, guidata in campo da Matteo Comi e che dovrà trovare continuità prestazionale al piatto come in difesa anche con Marco Casadei, Giuseppe Allegretta e Giusi Parisi.
Sul diamante dell'Acqua Acetosa di Roma, in programma infine la sfida tra gli All Blinds capitolini e gli esordienti Umbria Redskins, inizio fissato per le 10.30, previa consenso ed autorizzazione di Giove Pluvio. Sotto con la danza del sole, ragazzi: c'è tanta voglia di baseball giocato nell'ambiente.

 

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento