Un big inning da quattro punti regala a Imola il primo sorriso 

I Redskins s'aggiudicano (5-3) contro Castenaso la gara d'esordio della serie che assegna il titolo di serie A. Dall'Olio e Freddi dominano per quattro riprese, poi la scena è tutta per Grendene e il closer Anselmi

E' dell'Imola il primo brindisi della finale per l'assegnazione del titolo di campione d'Italia di serie A: battuto il Castenaso per 5-3. I Redskins si vogliono presentare nella prossima primavera in IBL con lo scudetto della seconda divisione e lo si è visto in gara1: sono riusciti a spuntarla nonostante aver battuto meno degli avversari, trovando l'inning giusto, al 7°, per chiudere il match.
Dopo quattro inning dominati dai lanciatori partenti Freddi e Dall'Olio, Imola è passata per prima in vantaggio al 4° con un punto di Tanesini approfittando di un improvviso calo di rendimento di Francesco Dall'Olio che nella stessa frazione concede due basi ball (alla fine saranno addirittura sette) e colpisce due battitori (tre in totale). Castenaso pareggia al 6°: singolo di Ricciarelli e gran doppio lungo linea di Miliani. La gara si chiude praticamente al settimo: Imola colpisce quattro vale e con altre tre basi di Dall'Olio porta a casa quattro punti. Castenaso riesce a reagire solo all'8° e accorcia le distanze con i singoli di Miliani e Chiatto. L'ingresso di Anselmi evita altri guai, con Scagnolari che rimane al piatto con due corridori in base. Il closer dell'Imola si ripete nell'ultimo inning: Silvestri viene fatto battere in diamante, Rofrano e Napoli vanno strike out.
In gara due, domenica, saliranno sulla collinetta i lanciatori stranieri.

Gara1: Redskins Imola-Castenaso 5-3. Punti, Castenaso 000.001.020: 3 (7bv-2e); Imola 000.100.40x: 5 (6bv-2e). Lanc.: v. Grendene, p. Dall'Olio, s. Anselmi. Note: doppio di Miliani. Gara2 domenica mattina alle 10,30.

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 449 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento