La T&A aspetta il Nettuno per lo scontro fra prime

Nanni, manager dei Titani: "Niente è ancora sicuro per nessuno, attenzione all'attacco che sa far male e poi ai loro rilievi. Dobbiamo mettere le partite dalla nostra parte il prima possibile"

Seconda giornata di ritorno, sei turni alla fine, dodici partite al termine della regular season. È un momento cruciale in questa Italian Baseball League 2017, anche perché a Serravalle domani (20.30) e sabato (20.30) si scontreranno due delle tre squadre attualmente prime in classifica: T&A San Marino e Nettuno.
Al manager della T&A, Marco Nanni, chiediamo subito qual è lo stato di salute del gruppo…
"I guai al ginocchio di Babini non sono ancora risolti, mentre per quanto riguarda Simone Albanese c'è da dire che ha ricominciato ad allenarsi con la squadra, ma credo che difficilmente lo vedremo in questo weekend. Probabilmente ci sarà nel turno di campionato successivo".
Mentalmente è una T&A che sta molto bene, non trovi?
"Con Rimini sono arrivate due vittorie importanti che ci hanno fatto ulteriormente bene al morale. Di solito vinciamo di piccole cose, di attenzione alla difesa e ai particolari, ma c'è da dire che, se non fosse stato per la prodezza di Celli, probabilmente saremmo andati in fuga quasi subito in gara2. Poi è stato un match equilibrato che siamo riusciti a portare a casa. Alcuni episodi avrebbero potuto far girare la gara verso Rimini, ma siamo stati lì, sul pezzo, sempre attenti".
Senza errori gratuiti o regali, San Marino mostra tutta la sua pericolosità alle avversarie…
"Se non concediamo nulla, allora possiamo segnare pure contro dei signori pitcher come Rosario e Richetti. Cherubini? Sono dispiaciuto di averlo chiamato ancora in un momento di difficoltà, ma lui se l'è cavata alla grande. Sabato l'ho visto determinato, freddo, glaciale. Era sereno e io ero tranquillo che ci avrebbe portato al nono. Merito suo e anche di Nick dietro al piatto".
La classifica dice che San Marino, Nettuno e Bologna hanno un buon vantaggio sulle inseguitrici. Ritieni che i playoff per queste squadre siano già sicuri?
"Niente affatto. C'è ancora la possibilità che qualcosa si rimetta in gioco, pur se queste tre squadre al momento stanno meritando di essere lassù per il baseball espresso. Dobbiamo tenere un profilo basso e presentarci a queste due sfide con Nettuno con lo stesso spirito che abbiamo avuto con Rimini".
Come vedi Nettuno?
"A marzo si discuteva del fatto che sarebbero potuti essere una sorpresa ad altissimi livelli, ma con Giordani, Colagrossi e Cesar Jimenez sono, secondo me, nella posizione che meritano".
Come deve affrontare queste due partite la T&A?
"Nettuno ha un attacco che sa far male in maniera diffusa, con tutti gli uomini. Attenzione poi ai loro rilievi, stanno andando molto bene. Dobbiamo cercare di mettere dalla nostra parte le partite il prima possibile".

Commenta per primo

Lascia un commento