Ichiro Suzuki e quel record battuto all’esterno destro

La stella giapponese ha strappato il primato al leggendario Rickey Henderson: con la maglia dei Miami Marlins, a 43 anni è diventato, infatti, il giocatore più anziano in MLB ad aver giocato come esterno centro titolare

La Florida, è il tipico luogo di vacanza per gli americani che vanno in pensione, per godersi il clima mite e le tante infrastutture attrezzatissime per gli anziani. Nei Marlins, la squadra di Miami, c'è un giocatore che non vuole proprio saperne di ritirarsi, anzi. Si chiama Ichiro Suzuki e nel momento in cui il manager Don Mattingly ha deciso di schierarlo dall'inizio nella gara contro i White Sox, non sapeva che gli avrebbe permesso di scalzare un'altra leggenda come Rickey Henderson, dal record del più anziano esterno centro partente. A 43 anni…
L'unico altro giocatore in attività più vecchio di lui, è il lanciatore Bartolo Colon, recentemente passato dai Mets ai Braves: due giocatori fisicamente più diversi non potrebbero esistere.
L'ultima volta che Ichiro è andato in vacanza, è stato per qualche giorno a Milano, nel 2004 o 2005, nemmeno lui ricorda con esattezza. Quello che ricorda è che al ritorno si è trovato fuori forma per circa due settimane, per cui ha deciso di non andare più in vacanza, finché sarà in campo. In effetti, l'unico relax che si concede sono i viaggi a Cooperstown per ammirare gli aggiornamenti della Hall of Fame.
Quando arrivò in America, a Seattle, non espresse preferenze di numero ed i Mariners gli assegnarono il 51, una volta appartenuto alla stella Randy Johnson. Con una sensibilità tutta nipponica, Ichiro gli scrisse una lettera, promettendogli che si sarebbe impegnato per non disonorare l'uniforme: in quell'anno stabilì il record di valide per un rookie, 242, che resisteva dagli anni '30. Da lì non ha più smesso, inanellando valide su valide su valide, piazzate equamente in ogni zona del campo, come rivelano alcuni grafici. Stagione dopo stagione.
Quando la stagione termina, si permette al massimo 3-4 giorni di stacco completo, dopodichè si rimette nella gabbia di battuta a fare pratica costante. E durante la regular season, cosa fa l'esterno giapponese nel suo giorno di riposo? Si allena, ovvio.
Ichiro ha una sua palestra mobile privata dietro la clubhouse, attrezzata con macchinari specifici, in cui compie allenamenti extra tutto l'anno. Durante lo scorso spring-training, Matt Carpenter dei Cardinals, ha chiesto di poterla visitare, perchè anche tra gli altri giocatori è considerata un'attrattiva incredibile. La famosa frase "mi stanco più a stare sdraiato sul divano che allenandomi" è diventata un cult tra i professionisti.
Intanto Suzuki intende giocare come minimo fino a 50 anni, un giorno alla volta, allenandosi come un "alieno", come viene definito dallo staff dei Marlins. Al giornalista che gli chiede: "quando ti riposi?", risponde cortesemente: "quando mi ritirerò, avrò tanto tempo per riposarmi fino al giorno in cui morirò".

 

Commenta per primo

Lascia un commento