Nettuno contribuisce a rendere ancora più incerto il torneo di IBL

Tre squadre appaiate in vetta alla classifica, due che lottano per la quarta posizione divise da una sola partita. Erano anni che il massimo campionato non era così equilibrato, a dodici gare dal termine

Saranno dodici partite da vivere intensamente quelle che ancora mancano al termine della regular season. La prima di ritorno ha infatti reso ancora più incerto un campionato che nelle prime ventidue sfide è sempre stato incerto. Nell'ultimo fine settimana Nettuno, che ha sofferto in garauno la voglia di non arrendersi mai del Padule, e San Marino hanno confermato di attraversare un momento d'oro: i laziali sono arrivati alla quinta vittoria consecutiva, l'ottava nelle ultime dieci, i titani nelle ultime dieci uscite ne hanno persa una sola in più.
Bologna, invece, venerdì notte ha subito il quarto stop nelle ultime dieci gare e quel che più preoccupa è che i ragazzi di Frignani escono a pezzi da garauno: il partente Rudy Owens ha subito la seconda sconfitta dell'anno, nella stessa maniera di sette giorni prima: subendo troppo nelle prime riprese e scendendo troppo presto (addirittura dopo appena sei eliminazioni, con sette valide e sette punti nel tabellino) per essere d'aiuto alla formazione emiliana che nel corso del match ha perso per infortunio anche l'Omone Raul Rivero. Due notizie che non possono certo far dormire sonni tranquilli ai campioni in carica, in attesa di conoscere i tempi di recupero di Rivero. La domanda però è un'altra: cosa è successo a Owens. Il lanciatore yankee dopo aver dominato ogni avversario per cinque incontri ha fatto i conti con un piccolo acciacco, dal quale sembra non essersi rimesso completamente e tutta la squadra ne ha risentito.
L'UnipolSai ha però una rosa completa e un carattere di ferro: così si spiega il 14-4 rifilato al Parma Clima in garadue, con un Marval che adesso può davvero sognare la tripla corona: ha spodestato Epifano dalla vetta della media battuta (436) e ha preso il largo nei fuoricampo (5) e nei punti battuti a casa (25). Un campione che può fare la differenza in un periodo in cui Bologna deve coronare gli sforzi fatti nella prima parte di stagione.
E' anche il momento della verità per le altre squadre che hanno ambizioni: Rimini deve dimenticare in fretta due stop comunque da mettere in conto con il San Marino, mentre Parma deve trovare la continuità se vuole centrare le semifinali, che sembrano alla portata del team di Gilberto Gerali che prosegue all'insegna della linea verde: gli arrivi di Seminati e Censi dalla serie A federale fanno parte di un progetto che guarda avanti. Le basi sembrano gettate e gli innesti di Testa (0.95 di media nelle tre gare disputate) e Castillo possono essere quel qualcosa in più per credere nella Final Four. Ma scorrendo la classifica la post-season potrebbe ancora essere alla portata di Novara, che ha un monte di lancio straniero in grado di far faville contro chiunque, a patto di mettere a segno qualche colpo in garadue.
Ma per il movimento sono giorni importanti anche fuori dal campo: dalla commissione di lavoro della Fibs è partita l'attesa proposta ufficiale per cambiare direzione e far crescere l'interesse e l'appetibilità del baseball italiano. Starà adesso alle società trovare unità d'intenti per trovare una formula che possa accontentare tutti e che giocando di più possa avvicinare l'Italia all'Olanda in vista delle Olimpiadi di Tokyo 2020, che, in caso di qualificazione, potrebbero davvero cambiare la vita del nostro batti e corri.

Commenta per primo

Lascia un commento