Il Neptunus Rotterdam è Campione d'Olanda ma perde il suo manager

La squadra di Evert-Jan 't Hoen vince una drammatica gara-6 sul diamante del Familiestadion e celebra davanti ai suoi tifosi il 17esimo titolo, quarto consecutivo dal 2013. Ma i dirigenti di Rotterdam hanno già deciso di cambiare allenatore

4-3 in casa, davanti ai propri tifosi e sul diamante del Familiestadion, nella sesta gara delle Holland Series (4-2 nella serie) e il Neptunus Rotterdam si laurea Campione d'Olanda. E' il diciassettesimo titolo dal 1981 per il Curacao Neptunus, il quarto consecutivo dal 2013, il sesto dal 2009, il tredicesimo dal 1999. Ci sono i migliori lanciatore nella sfida numero 6 di finale della Hoofdklasse (Markwell e Cordemans concederanno 3 punti) ma saranno i due closer Van Mil e De Blok davvero decisivi per il risultato della ultima gara del campionato 2016.
LA CRONACA – Nella tribuna stampa del Familiestadion una decina di giornalisti rappresentanti di media nazionali e straniere. Il sole sopra Rotterdam, una giornata estiva anche se siamo all'8 ottobre. Ottima partenza per Diego Markwell con solo tre battitori dell'L&D Amsterdam Pirates, compreso un base e un doppio gioco. Meglio ancora Rob Cordemans con tre strike-out contro i primi tre battitori del Rotterdam. In un'ora ben 4 riprese giocate, inning rapidissimi con tre, massimo quattro battitori nel box. Al quarto attacco del Netpunus, con due eliminati, un errore del terza base permette di guadagnare la base a Dwayne Kemp che arriva a casa su doppio di Raily Legito, a sua volta verso casa base sul secondo clamoroso errore di Amsterdam (2-0). Cordemans con sangue freddo elimina Rien Vernooij al piatto e chiude la ripresa. Il veterano dei Pirati prosegue anche nella quinta con due eliminati, ma poi subisce un doppio di Christian Diaz che segna il 3-0 sul singolo di Randolph Oduber.
Al sesto inning Cordemans viene rilevato dal mancino Robin Schel e poi da Daan Hendriks. Neptunus non riesce più a segnare, ma il partente Markwell sembra controllare bene l'attacco di Amsterdam. Nella settima ripresa il lead-off Kenny Berkenbosch arriva in prima base su singolo. Con un out, Linnoy Croes viene colpito da Markwell. Poi entrambi volano a punto grazie al doppio di Rashid Gerard che poi segnava il 3-3 sul singolo di Michael Duursma. Esce anche Markwell, ma il suo rilievo Berry van Driel nell'ottava ripresa vedeva Gilmer Lampe arrivare in terza base dopo un errore difensivo di Kemp. Un sacrificio di Nick Urbanus e un'intenzionale per Berkenbosch. Il manager Evert-Jan 't Hoen richiama immediatamente l'esperto closer Loek van Mil per affrontare la situazione clou della gara. Siamo sul 3-3 con le base piene. Scenario da brivido per il Neptunus, che nelle Holland Series aveva visto i Pirates rimontare e vincere già due gare (la prima e la quinta). Van Mil gioca appunto d'esperienza e concede solo una rimbalzante a Rashid Gerard per il terzo out. Sul fronte opposto Tom de Blok non riesce ad eliminare il terzo battitore del Neptunus, che segna 4-3 dopo due hit consecutive. Nick Urbanus nell'ultima riprese non riesce a battere a casa il punto del pareggio con corridori in seconda e terza. E poi arriva l'ultimo strike-out di Loek van Mil per chiudere definitivamente il match conservando il vantaggio prezioso vantaggio. 4-3 per il Neptunus Rotterdam che si conferma ancora una volta campione d'Olanda.
Sono quattro i titoli nazionali per il Curacao Neptunus conquistati grazie al manager 40enne Evert-Jan 't Hoen, ex-pro degli Anaheim Angels in Triplo A. Ha vinto tutto in Olanda come allenatore della società più prominente d'Olanda, ma i dirigenti di Rotterdam hanno preferito cercare un altro manager per la prossima stagione. Tre anni fa 't Hoen è stato nominato "Coach of the Year" dalla European Baseball Coaches Association (EBCA) e durante il Congresso CEB a Hoofddorp nel Febbraio scorso è stato eletto "Coach of the Year 2015". Dopo la gara decisiva di oggi, 't Hoen ha detto a Baseball.it che "deve orientarmi sul mio futuro, perche sono ancora confuso, prendo qualche settimana di ferie, attendo offerte anche dall'estero".

 

Pim Van Nes
Informazioni su Pim Van Nes 246 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento