Il nuovo Parma, giovane e talentuoso

La nuova società ha allestito una squadra giovane ma con grandi potenzialità. La forza di Martinez, l'affidabilità di Sanchez, la personalità di Zileri…

E' stato un inverno particolare per il club più titolato d'Europa, che ha cambiato denominazione, dirigenza e filosofia, ma fino ad un mese circa dall'inizio del campionato ha rischiato di dovervi rinunciare. Grazie ad un gruppo di innamorati di questo sport il baseball italiano si è evitato questa perdita dolorosa, dopo che negli ultimi anni, sorte simile era toccata a Grosseto e Nettuno.
Se dei cambiamenti societari si è parlato fino allo sfinimento, un po' in ombra è restata quella che è la parte fondamentale, la squadra. Che ha a sua volta cambiato pelle: del gruppo dello scorso anno, affidato ancora a Gilberto Gerali, se ne sono andati ben tredici giocatori, mentre altrettanti li hanno rimpiazzati. Il risultato è un mix intelligente tra giovanissimi prospetti, in gran parte locali, un paio di veterani, il festeggiatissimo figliol prodigo Leo Zileri, rientrato alla base e un altro ritorno, Adolfo Gomez, più cinque stranieri dalle credenziali incontestabili. Partiamo dai lanciatori: Il numero 1 della rotazione tornerà ad essere, dopo una stagione di assenza per infortunio, Josè Sanchez, che era risultato nel 2014 il migliore del campionato. Le ultime uscite hanno confermato appieno il suo avvenuto recupero, sul quale la società puntava ad occhi chiusi, conoscendo la professionalità e le doti umane del giocatore. Il secondo partente non è certo da meno e lo ha dimostrato prima portando Padova ad un soffio dai play-off alla prima stagione in IBL, poi si è fatto apprezzare a Godo nel 2015. Lo cercavano anche altri, ma lui ha creduto fortemente nel progetto Parma. Ronald Uviedo è nato il 7 ottobre 1986 ed ha militato nella franchigia dei Toronto Blue Jays, arrivando anche, nel 2011 (38 riprese) e nel 2012 a fare qualche comparsa in AAA a Las Vegas. Ventiquattro vittorie e sedici sconfitte, con una media Era di 3,72 è il suo record nelle 7 stagioni in minor league. Solo 26 però le gare da partente, segno che negli Stati Uniti lo consideravano un rilievo. Tanti strike-out, 454, ottimo controllo e buona miscela di lanci. Poi l'IBl: nel 2014 con la debuttante Padova, 61 riprese da partente, 4 vittorie e quattro sconfitte, con 52 K e 59 valide concesse. Media Era di 2.20. Nel 2015 è a Godo, con una squadra combattiva, ma che lotta comunque nelle ultime posizioni: tre vittorie e otto sconfitte, ERA di 3.01 in 83.2 inning lanciati, con ben 79 Kappa. E' un lanciatore da strike-out, Parma l'ha preso per questo. Ragazzo simpatico e spiritoso. Con qualche accessorio stravagante: il cappellino multicolore che indossa perennemente è già diventato un tormentone nell'ambiente. Il terzo pitcher è il robusto closet di colore Gumercindo Gonzales. Non si è portato dietro statistiche impressionanti, ma nel corso delle amichevoli si è messo in luce per la sua palla veloce e una grande propensione per lo strike-out. Un closet a tutto tondo. Gli altri stranieri sono gli interni Charly Mirabal e Mario Martinez. Il primo è l'interbase titolare della squadra di Gerali: lead-off veloce, contattista. Nato a Caracas il 2 aprile 1987, ha giocato in Minor League dal 2007 al 2014 per la franchigia dei Los Angeles Dodgers. Un dato esprime benissimo le sue caratteristiche: 108 basi ball su 279 partite. 242 battute valide, solo 40 doppi. E' stato convocato dalla Colombia per le qualificazioni al World Baseball Classic. Martinez è un jolly difensivo, che può essere impiegato in prima, terza base, interbase ed esterno. Potenza fuori dal comune, si è già divertito a colpire duro in pre campionato, nel corso del quale si è messo in mostra anche con diverse splendide giocate difensive. Ha militato nella franchigia dei Boston Red Sox e partecipato al Premier 12 con il Venezuela. Per il Parma sarà un vero trascinatore. I lanciatori italiani, partito Rivera per Rimini, saranno il Reggiano ex nero-arancio Filippo Bertolini, il giovanissimo campione d'Europa Michele Pomponi, classe 1998 e l'italo-dominicano Luis Manuel Santana che ha già fatto parte del gruppo durante la Coppa Italia 2015 e in pre-season ha mostrato già ottime doti tecniche e personalità. Il closet sarà ancora il friulano Alessandro Petraia. Detto dell'importantissimo ritorno di Zileri, della linea degli esterni fa poi parte il confermatissimo Nico Gabella, italo-americano che gioca con lo status di ASI ed è considerato il quinto lanciatore italiano, ma è destinato a scalare posizioni nella gerarchia. Resta scoperto il ruolo di esterno sinistro, tallone d'achille del mercato, causa partenza di Poma e in attesa del ritorno di Desimoni. Verrà coperto a turno da Gomez, dal giovane Lorenzo Gradali, che dopo un anno di pausa alla Crocetta nel quale si è riciclato come terza base, torna rinvigorito ed entusiasta. Un altro jolly difensivo che in attesa di Fossa sarà spesso schierato in prima, dai due Rookie dell'ultim'ora, scuola Crocetta, Manuel Piazza (seconda base-esterno) e il figlio del manager, Guido Gerali. In diamante Davide Benetti sarà il seconda base, in coppia con Mirabal interbase, il resto si deciderà di partita in partita. Confermati i ricevitori Deotto e Maestri, che si alterneranno anche nel ruolo di designato. Sulla carta è inferiore a Bologna e San Marino (che però ha battuto sonoramente in amichevole), se la gioca con Rimini ed è superiore a Padova, Nettuno e Novara. Sulla carta. Ma come sempre il campo potrà smentire tutto…

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento