La riscossa dei Mets in un City Field da record

New York prova la rimonta e stende 9-3 Kansas City con una partita perfetta, portandosi sul 1-2, davanti a quasi 45.000 spettatori. Sul mound brilla Syndergaard, nel box Wright e Granderson. Stanotte gara4 che potrebbe riportare in equilibrio la serie

Ancora una volta è la squadra a realizzare il primo punto a perdere il match. E' stato così in gara2 al Kauffmann Stadium quando i Mets hanno aperto le danze al quarto inning, per poi subire il ritorno dei padroni di casa alla ripresa successiva ed è stato così la notte scorsa quando i Royals si sono portati in vantaggio per due volte nei primi due attacchi del match ed hanno subito altrettante rimonte. Il finale di 9-3 con cui New York vince la sua prima gara delle World Series al City Field, pieno come non mai con i 44,781 spettatori (record assoluto per l'impianto inaugurato nel 2009 e costato circa 900 milioni), rimette in gioco la franchigia di New York: la serie adesso è sul 2-1 per Kansas City ma i Mets si attaccano con tutti se stessi alla statistica che dice che delle 29 franchigie che hanno vinto gara3 delle WS dopo aver perso le prime due sfide, ben 11 hanno poi vinto l'anello. Una buona partenza di Noah Syndergaard, che in sei inning concede 7 valide e 2 basi per ball per 3 punti complessivi a fronte di 6 strike-out (4.50 media PGL), questa volta ben coadiuvato dall'attacco del roster di Collins, ha innervosito ed annullato le temute mazze avversarie (tanto che nel corso della partita le telecamere hanno beccato Moustakas gridare improperi contro il giovane lanciatore dei Mets). Ad inizio gara le cose sembrano mettersi bene per Kansas con Zobrist che, dopo aver battuto un doppio, viene spinto a casa dal singolo di Cain e da una rimbalzante di Hosmer (che continua a realizzare punti battuti a casa). La risposta dei Mets non si fa attendere e nella parte bassa della stessa ripresa, con ancora 0 out al passivo Wright sigla il 2-1 con un fuoricampo che riporta a casa anche Granderson autore di un singolo al primo turno di battuta. Al secondo inning i Royals tentano il controsorpasso prima con un singolo di Rios che riporta a casa Perez, e poi con un lancio pazzo di Syndergaard del quale approfitta Rios per tornare a casa. Sarà questo l'ultimo punto di Kansas City perché da allora il 23enne rookie dei "Metropolitans" non concederà altro che un singolo ed una base per ball (rispettivamente a Moustakas e Perez), al sesto inning. Tra questi due eventi invece sono ancora i Mets ad andare a punti. Al terzo inning un singolo dello stesso Syndergaard viene sfruttato al meglio da Curtis Granderson che realizza un fuoricampo da 2 punti che riporta in vantaggio, e questa volta definitivamente, i padroni di casa. Al quarti inning è il turno di Duda di correre a casa spinto prima da un doppio di D'Arnaud e poi dal singolo di Conforto che di fatto sancosce la fine della partita del partente di Kansas Ventura. Ma il "big inning" da 4 punti i Mets lo realizzano proprio al sesto inning. Lagares batte una valida e poi viene spinto in seconda da un "hit-by-pitch" di Morales che colpisce Flores. A questo punto Collins spedisce in campo Uribe al posto di Syndergaard ed il 36enne dominicano compie al meglio il suo lavoro. Un singolo e Lagares corre a casa. Gli altri due punti di questo inning arriveranno da una valida di Wright e da una volata di sacrificio di Cespedes che alla fine fissano il risultato sul 9-3. Da segnalare in questa partita l'esordio del giovane Raul Mondesi, che fino alla notte scorsa non aveva disputato match superiori al doppio A e che si è trovato a 20 anni a disputare una gara di WS.
Stanotte la serie prosegue con gara4. Sul monte di lancio per gli ospiti Chris Young, che ha già lanciato 3 inning senza subire valide in gara1 (nel quale poi è uscito comne vincente del match), e per i padroni di casa il rookie di Long Island Steven Matz, che è stato partente in gara4 delle National League Championship Series contro i Cubs (4.2 inning lanciati, 4 valide e 2 basi per ball concesse con 4 strike-out all'attivo.

Informazioni su Andrea Tolla 515 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.