I St. Louis Cardinals "sotto assedio"

Ancora miglior franchigia della Major League, perdono la serie interna contro Pittsburgh ed iniziano male quella contro i Cubs. New York Mets contro i fantasmi del 2007. La situazione a poco meno di un mese alla fine della regular season

Mancano circa 25 partite al termine della regular season e la stagione continua ad essere appassionante ed incerta. Non c'è franchigia certa del ruolo che avrà nei play-off e se effettivamente riuscirà nell'impresa di centrare il "passaggio" al turno successivo. Il roster con il miglior record della MLB è attualmente quello dei St. Louis Cardinals (87 vittorie e 50 sconfitte) che, con la sconfitta interna in gara1 contro i Cubs (0-9 il passivo), porta la serie negativa al Busch Stadium a 3 sconfitte in 4 partite, e tutte contro potenziali rivali al "pennant" della Central Division della National League. Prima i Pirates (che hanno chiuso 1-2 la serie), secondi in classifica a -5.5, e ora i "North Siders" di Chicago, terzi a -7.5 stanno mettendo in dubbio una delle poche certezze di questa stagione e cioè che St. Louis avrebbe chiuso al comando il proprio girone. Sembra fuori da ogni ragionevole dubbio invece la presenza dei Cardinals ai play-off visto che Chicago, terza in Central, ha un record di .581, migliore di qualunque altra squadra di NL ad eccezione appunto di St. Louis e Pittsburgh. Quest'ultima guida la classifica della wild card di NL con +2 rispetto a Chicago che tiene saldamente tra le mani il secondo slot di questa classifica con +8.5 sui Nationals e +9 sui Giants, certificando il dominio della Central sul "Senior Circuit".
Nella East Division i Mets vincono il primo dello scontro diretto da tre partite contro i Nationals (5-8 il finale a Washington), che portano la franchigia di New York avanti di 5 lunghezze (76-61 il ruolino dei "Metropolitans"). Abbastanza, ma non troppo, in previsione anche dell'ultima serie della stagione che verrà disputata nella Grande Mela proprio tra le uniche due contendenti di questo girone, ancora in una serie da tre partite, ed in virtù del fatto che oramai sembrano piuttosto lontane dalla possibilità di recupero nella wild card. A spaventare i newyorkesi lo spettro del "collapse" del 2007, lo storico tracollo che impedì ai Mets, avanti di 7 lunghezze a 17 gare dal termine della stagione regolare, di approdare alle post-season. Le 12 sconfitte subite favorirono il recupero degli Atlanta Braves e venne riordato come il "peggior tracollo nella storia della MLB".
Più tranquilla la situazione nella West Division della NL con i Dodgers (79-58) che stanno vivendo un momento felice. Le 8 vittorie nelle ultime 10 gare, tra le quali spicca lo "sweep" interno inflitto ai rivali di division di San Francisco, coincidono proprio con il momento negativo dei Giants (2-8 nelle ultime 10), e garantiscono a Los Angeles un comodo +8.5 sui campioni uscenti.
Anche nella American League la situazione è ancora molto fluida. Ad oggi i più sicuri di un'apparizione alle prossime post-season sembrano essere i Royals, leader del "Junior Circuit" con 82 vittorie e 55 sconfitte e ovviamente della Central Division di AL. Kansas City però è alla quarta sconfitta consecutiva (compresa anche gara1 contro i Twins, secondi nel girone), anche se le 11 lunghezze di vantaggio su Minnesota (71-66) sembrano essere una distanza incolmabile.
Decisamente più incerta la lotta nella East Division dove New York e Toronto sono praticamente appaiate (al momento i Blue Jays hanno 0.5 di vantaggio con una partita giocata in più), con all'orizzonte una serie da 4 da disputare allo Yankee Stadium ed una da tre in Canada. Difficile che Tampa (terza a -11) possa inserirsi nella corsa.
Ancora più fluida la situazione della West Division di AL dove la oramai ex sorpresa della stagione, gli Astros, guidano ancora il girone con 75 vittorie e 63 sconfitte. Houston sembra iniziare a dare segni di cedimento (4-6 nelle ultime 10 gare), ed alle spalle Texas (-2) ed Angels (-5.5), scalpitano per cercare di recuperare. Al momento i più in forma sembrano proprio i Rangers (7-3 nelle ultime 10), ma considerando gli scontri diretti tra queste tre franchigie dominerà il mese in corso si può dire che di tutte la Major League è proprio questo il girone più "caldo". La corsa alla Wild card non è da meno per la AL. Al momento guidano gli Yankees che hanno +5 di vantaggio su i Rangers, che occupano il secondo posto disponibile per l'accesso alle post-season. Dietro Texas però c'è Minnesota (-1.5), Anaheim (-3.5), Cleveland (-5) e Tampa Bay (-5.5). Più dietro il quartetto composto da Seattle, Chicago, Baltimore e Boston che sono tra i -7 (le prime due) ed i -7.5 (le seconde due).
Giocando al gioco del "What if", se la stagione si chiudesse adesso avremmo la sfida Wild Card di NL tra Pittsburgh Pirates e Chicago Cubs con i vincenti che andrebbero ad affrontare i St. Louis Cardinals. L'altra Division Series di NL sarebbe tra Mets e Dodgers.
In American League la wild card sarebbe tra New York Yankees e Texas Rangers con la vincente che andrebbe ad affrontare i Kansas City Royals. L'altra Division Series di AL sarebbe tra Toronto Blue Jays e Houston Astros.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.