100° successo sul mound per Riccardo De Santis

Dopo l'esordio amaro di gara-1, i campioni d'Italia dell'UnipolSai si riscattano battendo nettamente Padova per 16-4. Scatenato Rodriguez, autore di un doppio e un fuoricampo da 2 punti

Decisamente più in discesa la strada per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, che ha avuto bisogno di percorrere un centinaio di chilometri sull'A13 per trovare, contro la Tommasin Padova, la prima vittoria nel campionato IBL 2015. Nella gara affidata ai lanciatori italiani il punteggio è stato alto, entrambe le squadre sono andate in doppia cifra nel computo delle valide, ma quelle dei bolognesi sono state più "pesanti", con 6 doppi e un fuoricampo da 2 punti di Guillermo Rodriguez che hanno scavato il solco, con il punteggio che alla fine ha detto 16 a 4 per Bologna.
Il protagonista della serata è stato Riccardo De Santis, autore di una prova non priva di sofferenze (8 valide, 3 basi ball, 4 punti concessi dei quali 3 guadagnati), ma quel che conta è che il pitcher di origine maremmana abbia questa sera ottenuto la vittoria numero 100 in carriera. Dopo un inizio equilibrato (3 a 3 dopo la prima ripresa), un "big inning" da 7 punti al quarto, che ha letteralmente "stroncato" il partente locale Enrico Crepaldi, ha consegnato definitivamente ai biancoblu, che già si erano riportati in vantaggio al secondo inning, l'inerzia del match. Al nono inning i petroniani hanno poi dilagato su uno spaesato Bazzarini. Cadoni e Filippo Crepaldi hanno portato a termine l'incontro sul mound biancoblu senza nulla concedere, mentre in attacco, oltre a Rodriguez (doppio, homer e 3 RBI), si sono messi particolarmente in luce Alessandro Vaglio (2 doppi e 3 RBI) e Alessandro Grimaudo (unico biancoblu ad aver battuto 3 valide).
Inizio scoppiettante. Infante batte un singolo a sinistra, Vaglio ottiene una base dopo l'out di Ambrosino; Suarez è il secondo eliminato, ma un caldo Sambucci batte il doppio a sinistra che porta a casa entrambi i corridori. L'attacco finisce non prima del punto segnato dal prima base grazie al doppio al centro di Rodriguez. Al cambio di campo i locali pareggiano i conti dopo una partenza "choc" di De Santis. In sequenza, singolo di Nosti (poi eliminato con un pickoff), base a Epifano, doppio di Chapelli (Epifano segna), base a Sartori, singolo di Alvarez e a basi piene il singolo di Sciacca più un errore di tiro di Vaglio fruttano altre due segnature, con Alvarez eliminato a casa base. Al secondo inning i doppi in sequenza di Grimaudo (a destra) e Infante (a sinistra) fruttano il punto del vantaggio biancoblu. Al quarto inning l'UnipolSai chiude il match. Liverziani è colpito, poi ruba la seconda. Dopo l'eliminazione di Sabbatani, singolo di Grimaudo e corridori agli angoli. Infante "cammina" e riempie i cuscini. Ambrosino tocca un singolo a sinistra, segna Liverziani e anche Grimaudo per l'errore dell'esterno, che fa anche avanzare gli altri due corridori. Un doppio al centro di Vaglio manda a punto i due compagni in base, poi lo stesso Vaglio segna sul singolo al centro di Suarez. Enrico Crepaldi è rilevato da Faccini, che elimina Sambucci ma subisce il fuoricampo a sinistra di Rodriguez da due punti, prima di chiudere la ripresa. Al sesto inning arriva un punto del Padova: con una battuta in diamante di Sandalo, va a segno Alvarez, autore di un singolo e avanzato in terza sul doppio di Malengo. De Santis scende dal mound e Cadoni chiude la ripresa e quella successiva senza subire punti. Così fa anche Filippo Crepaldi nelle ultime due riprese, ma in attacco i biancoblu riprendono le danze. All'ottavo inning, con Meschini in pedana, entra un altro punto per Bologna, senza battere valido, frutto di un errore e una serie di basi ball, quella di Dobboletta a basi piene per l'ingresso forzato della segnatura. Al nono inning, con Bazzarini sul mound locale, base a Sabbatani, singolo di Grimaudo, con entrambi i corridori ad avanzare su lancio pazzo. La battuta in diamante di Fuzzi fa segnare il ricevitore. Ambrosino va in base per interferenza, poi il secondo doppio del match di Vaglio manda a segno Grimaudo e Ambrosino va a sua volta a punto sulla volata di sacrificio di Suarez. Segna anche Vaglio sfruttando un errore della difesa su Russo. Nel corso del match entrambi i manager hanno effettuato diverse sostituzioni, inserendo pinch hitter e poi effettuando alcune rotazioni nella difesa.

IL TABELLINO DI BASEBALL.IT

LA SCHEDA DI RICCARDO DE SANTIS

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.