Carlo Del Santo è il nuovo allenatore del Grosseto

Il consiglio della società ha optato alla fine per una soluzione interna, scegliendo un tecnico che già faceva parte dello staff. Lavoreranno con il nuovo manager anche Stefano Cappuccini, Emanuele Ermini e forse Luca Bischeri

È Carlo Del Santo, 43 anni, il nuovo manager del Grosseto Baseball Enegan per la prossima stagione di serie A federale. La società maremmana, che aveva pensato anche al venezuelano ex Bbc Raul Marval, ha fatto insomma la scelta più logica, scegliendo uno dei tecnici dello staff di Paolo Minozzi, nominato supervisore tecnico del gruppo della prima squadra e del settore giovanile.

«Sarà difficile – sono le prime parole del neoallenatore maremmano – fare meglio dell'anno scorso, ma cercheremo almeno di confermarci. Le basi ci sono. Sono arrivati in queste settimane giocatori interessanti, come il viterbese Gentili, cugino di Sgnaolin, ed un gruppo di maremmani che hanno a cuore la squadra della loro città».

«La società – prosegue Del Santo – ha fatto una campagna acquisti funzionale al progetto. Quelli che sono arrivati faranno bene e non rimpiangeremo chi ha smesso (come Bischeri) o chi ha preso altre strade (Ermini e Oberto). Vorrei sottolineare una cosa: nella parte finale della stagione Bischeri è stato a lungo assente per infortunio, Ermini è andato per un mese in nazionale, mentre Oberto ha impiegato quasi tre mesi per trovare la migliore condizione. E la squadra è andata avanti, grazie ad un gruppo che continuerà a portare in alto Grosseto anche nella prossima stagione».

Carlo Del Santo, che si è fatto le ossa con i giovani dello Junior (vincendo anche lo scudetto Cadetti nel 2007), proseguirà sulla strada tracciata da Paolo Minozzi e lavorerà praticamente con lo stesso gruppo di collaboratori, salvo poche eccezioni: «Cercheremo di valorizzare quei giovani che sono stati lanciati nel 2014, come Brandi, Marano e Ramirez, facendoli magari giocare ancora di più e inserendone altri».

La rosa è a posto così? «È stato fatto un buon lavoro dal direttore sportivo Alex Boni. Ci serve solo un lanciatore italiano (un set-up lungo considerando che Perez è un potenziale partente) per allungare il monte, poi siamo a posto. Starnai può fare anche il partente; Pancellini e Zanobi avranno più inning dello scorso anno».

«L'esperienza – conclude il manager dell'Enegan – la fai soltanto stando in mezzo al campo. E il discorso vale sia per me che per i ragazzi. L'obiettivo? Io parto per andare ai playoff, poi vedremo. Le avversarie si sono rinforzate e ci prenderanno le misure».

Prima di presentare il nuovo allenatore, il diesse Boni ha voluto fare alcune precisazioni sul cambio di allenatore: «Paolo Minozzi gode della nostra fiducia: a capo del settore giovanile ci vuole una persona esperta. Non è una retrocessione, né una contestazione del suo lavoro».

Insieme alla nomina di Carlo Del  Santo annunciato anche lo staff tecnico biancorosso, che potrà contare sulla supervisione di Paolo Minozzi.
La novità è Stefano Cappuccini, che metterà la sua lunga esperienza (ha giocato ai massimi livelli nel Grosseto e nel Bologna) al servizio dei più giovani.

Ecco lo staffCarlo Del Santo manager; Luca Moretti bench coach; Emiliano Ginanneschi pitching coach; Stefano Cappuccini, Enrico Franceschelli, Emanuele Ermini, Stefano Turci coach; Gianni Natale preparatore atletico; Massimo Baldi fisioterapista.
Non è da escludere l'ingresso di Luca Bischeri, che  ha annunciato l'intenzione di smettere: «Gli impegni personali non mi permettono di fare le cose come vorrei. Rimarrò comunque vicino alla squadra in forme e modi da decidere. Non voglio uscire dall'ambiente».

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 451 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento