Belgio battuto, esordio faticoso per gli azzurri all'Europeo

L'Italia soffre particolarmente sul monte una partita condizionata dalla pioggia. Ispirati nel box (15 valide), superano i fiamminghi 12-7. Fuoricampo per Sambucci e Mineo. Vincente D'amico, salvezza Da Silva. E domani la Svezia

REGENSBURG – L'Italia vince soffrendo oltre le aspettative all'esordio europeo contro il Belgio (12-7), al termine di una partita lunghissima (quasi quattro ore) e a tratti condizionata dalla pioggia. Le difficoltà maggiori la squadra azzurra le ha trovate sul monte di lancio e Mazzieri è dovuto ricorrere nel finale al contributo di Da Silva per portare a casa il risultato. Che era poi l'obiettivo finale e, per oggi va bene così. Molto bene l'attacco, con Sambucci e Mineo sugli scudi, autori di un fuoricampo a testa.
Dopo l'annullamento della sfida inaugurale dell'Europeo tra Svezia e Gran Bretagna per l'intensa pioggia caduta fin dalla notte su Ratisbona, c'era incertezza anche sulla disputa dell'incontro tra gli azzurri e il Belgio. Grazie alla tregua concessa dal meteo le due squadre riescono ad affrontarsi regolarmente. Rispetto alla formazione annunciata, il tecnico azzurro Marco Mazzieri deve rinunciare al leader del Lino's Coffee Stefano Desimoni, vittima giovedì di un attacco gastro-intestinale e lasciato precauzionalmente in albergo.
L'incontro si mostra vivace fin dalla prima ripresa, nel corso della quale la nostra nazionale si porta subito sul 4-0, frutto del singolo con il quale Vaglio spinge a casa base Ermini, dell'errore di tiro del ricevitore sulla rubata di Sambucci che permette allo stesso Vaglio di toccare casa base e soprattutto del profondo triplo al centro da due punti del designato Morreale. Al cambio campo però l'ingresso in partita difficoltoso del lanciatore Richetti da ai belgi la possibilità di portarsi ad una sola lunghezza, con il doppio di Delannoy, il singolo da due punti di De Wolf e una battuta in doppio gioco di De Quint che ha permesso a Dille di segnare il 3-4. Al secondo gli azzurri allungano sul 5-3 e alla terza ripresa il giovane ricevitore Alberto Mineo esplode in tutta la sua potenza mandando oltre la recinzione dietro l'esterno sinistro il quinto lancio del rilievo Gontek, appena subentrato a Van Der Heuvel fissando il risultato sul 6-3.
Al quinto è il terza base Epifano ad esibirsi in un lungo doppio tra esterno centro e destra contro il terzo lanciatore belga De Saedler, con il quale manda Morreale a segnare il 7-3
Al cambio campo anche Mazzieri sostituisce il suo lanciatore partente Richetti, nel frattempo ripresosi dallo shock iniziale, con il giovane del Bologna Filippo Crepaldi, che si trova subito in difficoltà e subisce due punti con una valida e due lanci pazzi. Poi ci pensa il prima base del Lino's Coffee a riportare avanti gli azzurri trasformando in un tremendo e lunghissimo fuoricampo a sinistra, un lancio alto del lanciatore belga e confermando le ottime impressioni destate durante l'Italian Baseball Week.
La partita sembra scivolare via senza particolari problemi, quando all'ottavo, il quinto lanciatore azzurro, lo "Yankees" Pat Venditte, concede due punti ad un Belgio mai domo e Mazzieri per difendere il punto di vantaggio è costretto a chiamare sul monte Thiago Da Silva che riesce a chiudere la ripresa con un solo punto di vantaggio. Al nono gli azzurri finalmente allungano fino al 12-7, in una ripresa che sembrava chiudersi con tanti rimpianti sul secondo out, Reginato a casa base nel tentativo di pesta e corri sulla volata di Epifano. Ma poi le basi ball guadagnate da Avagnina e Infante valgono il 9-7 e successivamente battono valido Ermini e Vaglio, che portano a casa base altri tre punti. Da Silva chiude di personalità l'ultimo attacco belga e gli azzurri possono guardare alla sfida di domattina contro la Svezia

IL TABELLINO

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento