Edwin Bellorin è il nuovo ricevitore del Nettuno

31enne venezuelano di San Felix, 750 partite nelle Minors USA, qualche apparizione in Major con i Rockies, da 10 anni nelle leghe invernali del suo paese con i Tiburones de la Guaira. Bagialemani: "Un giocatore che può fare la differenza"

Era stato vicinissimo ad accordarsi con il Nettuno già lo scorso anno ma oggi Edwin Bellorin, catcher venezuelano (è nato a San Felix) classe 1982, approda definitivamente alla società tirrenica. Scelto nel draft del 1998 dall'organizzazione dei Los Angeles Dodgers esordisce in Rookie League nel 2001. Dall'esordio in poi è una continua scalata per il ricevitore che culmina con l'arrivo in triplo A nel 2006 con i Las Vegas 51s.
L'anno dopo Bellorin cambia organizzazione, infatti sono i Rockies ad assicurarsi le sue prestazioni ed il primo anno in AAA con i Colorado Springs è il migliore della sua carriera nelle Minor. In 57 gare la sua media battuta è di .326 con 9 fuoricampo e 45 punti battuti a casa. Eccellenti anche le medie difensive: neanche un errore e questo basta per l'esordio in Major League il 7 agosto 2007. Giocherà 3 gare con due turni alla battuta, ma non sarà la sua unica apparizione nella Grande Lega, infatti i Rockies richiameranno il ricevitore venezuelano per brevi apparizioni anche nel 2008 e nel 2009 dove colleziona complessivamente altre cinque presenze. La sua carriera termina nelle Minor nel 2010 (Round Rock e Omaha) dopo 750 partite, 685 valide, 337 punti battuti a casa e 251 segnati. L'anno seguente è impegnato a Wichita con i Wingnuts in Indipendent League.
Nella Winter League Venezuelana, da dieci anni veste la maglia dei Tiburones de la Guaira, società nella quale ha militato anche questo inverno. Bellorin arriva a Nettuno con grandi credenziali difensive e offensive e dovrà essere uno di quegli elementi capaci di far fare il salto di qualità alla squadra.
"Avevamo trattato il suo acquisto già nel 2012 – spiega Ruggero Bagialemani – poi non siamo riusciti a trovare l'accordo e per lo scorso campionato in questo ruolo abbiamo deciso di effettuare un altro tipo di scelta. Questa volta abbiamo concluso la trattativa con Edwin già alla fine dei playoff, sicuri di aver preso un giocatore che può fare la differenza dietro il piatto di casa base e che potrà aiutare molto anche i nostri lanciatori".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.