Prorogato il termine per le proposte all'Hall of Fame

Ci sarà tempo fino al 31 agosto per inviare le candidature alla Hall of Fame federale.

La commissione Nazionale per l'induzione alla Hall of Fame, riunitasi a Parma nel week end del 22-23 luglio, preso atto della mancanza di proposte presentate secondo quanto previsto dal regolamento, ha deciso in via straordinaria di prorogare i termini per la indicazione delle candidature al prossimo 31 Agosto.

Per facilitare la presentazione delle proposte i dati dovranno  includere :

– Nome , Cognome , Indirizzo , Email , Telefono del Proponente
– Nome e Cognome del Candidato proposto
– Categoria per la quale si propone la candidatura (Atleta, Tecnico, Arbitro, Classificatore,  Giornalista, Dirigente)
– Riepilogo del Curriculum sportivo o dirigenziale o professionale del proposto
– Meriti specifici del proposto in base ai quali si ritiene di proporre la canditatura.

 Nella sezione "Hall of Fame" del sito federale sono reperibili il regolamento e i requisiti richiesti.

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento