Rimini, che festa per Rino Zangheri

Prima di gara-1 contro l'Unipol Bologna, la cerimonia per gli 80 anni del Super-Presidente dei Pirati, da 40 anni al timone della società romagnola. Targa d'oro da Fraccari. L'abbraccio di tanti giocatori di ieri, di oggi e di domani

Il prologo dell'anticipo tra Rimini e Unipol Bologna è tutto per lui, Rino Zangheri, il Super-Presidente dei Pirati, festeggiato solennemente per i suoi 80 anni e anche per il quarantennio al timone della società romagnola. Prima di gara-1, giovedì sera, lo stadio dei Pirati ha tributato ad un emozionatissimo Zangheri il giusto omaggio per l'ottantesimo compleanno, alla presenza del sindaco di Rimini, Andrea Gnassi.
Il "Pres" ha ricevuto una targa d'oro dal numero uno della FIBS, Riccardo Fraccari, e soprattutto l'abbraccio di tanti giocatori di ieri, di oggi (con in testa il capitano Crociati) e di domani. E a far festa c'erano poi i ragazzini del settore giovanile, tutti con la maglietta rigorosamente arancione con il numero 40 sul petto e il numero 80 sulla schiena.
Tanti i volti illustri del passato dei Pirati che non hanno voluto mancare alla cerimonia: dall'interbase Andrea Evangelisti, Andrea Succi, "Bebo" Tassinari, Franco Vandi, Pietro Soleri, Gibo Grassi, Mimmo Ricciotti, i fratelli Zucconi e tanti altri ancora. Tra gli altri anche il popolare "Biol" Fabio De Luigi. Ma sul diamante riminese c'era anche chi sta ancora giocando come Roberto Cabalisti del Godo, Luca Martignoni e Giovanni Pantaleoni della T&A e lo stesso Claudio Liverziani, avversario della Fortitudo Bologna.

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento