Ibl2, Macerata unica vincente del secondo turno

L'Hotsand completa la doppietta contro il Grosseto e aggancia in testa Rimini e Piacenza che pareggiano nello scontro diretto. Il Nettuno strappa una vittoria a Castenaso, il maltempo blocca Collecchio-Senago Milano United

Ci si prepara per il terzo turno di Ibl2 con tre squadre al comando. Lo scorso weekend le regine della prima giornata, Piacenza e Rimini Riviera, sono state raggiunte in classifica dal Macerata vittorioso contro il Grosseto. Nel prossimo turno occhi puntati su Castenaso con la seconda squadra del Bologna che ospiterà il Rebecchi Nordmeccanica Piacenza. Altro scontro interessante sarà quello tra Collecchio che andrà a far visita al Macerata, mentre l'altra capolista, Il Rimini Riviera, avrà sulla carta l'incontro più agevole contro lo Junior Grosseto.
Nell'ultimo turno, come detto, importante doppietta dell' Hot Sands Macerata che ha vinto gara1 non senza grattacapi con lo Junior Grosseto. Match caratterizzato dalla predominanza del monte di lancio con i pitcher Giorgio Cingolani e Yuri Morellini a farla da padroni per 6 riprese, che hanno lasciato al piatto rispettivamente 10 e 7 uomini. A passare in vantaggio sono i toscani al secondo inning con i singoli di Grilli, in seconda rubando, e di Piccini. Il pari arriva al quarto grazie ad un singolo di Casadei spinto a casa da un doppio di Francesco Cingolani. Al settimo inizia la gara di Mega che rileva sul monte grossetano Morellini, ma il suo match finisce subito. Non entra in partita il lanciatore biancorosso che esordisce con una base ball ed un lancio pazzo di cui è beneficiario Emanuele Menghi. La battuta in diamante di Consoli porta in terza Menghi e pone fine alla breve gara di Mega che lascia spazio a Righeschi che chiude la ripresa senza punti al passivo. Bisogna attendere poco per il vantaggio marchigiano. L'ottavo inning si apre con un errore che fa arrivare salvo Esposito, che avanza in seconda sull'out di Casadei. Con un out Francesco Cingolani viene passato intenzionalmente in base. Impatto devastante di Leone sulla partita che entra ph per Cristallini e spara un doppio da due punti che vale la vittoria marchigiani. 3-1 il finale con la salvezza di Bazzarini che blinda la vittoria di Giorgio Cingolani. Più agevole per il Macerata la vittoria in gara2. Sul monte si sfidano Mega (Junior Grosseto) e Michele Bertoli che firma la vittoria. Ottima la sua prestazione con 8 k in 7 riprese lanciate. Il Macerata mette subito la gara sui binari giusti con 4 punti al secondo inning. Il Grosseto batte le stesse valide del Macerata, ma spreca molto e soprattutto è troppo falloso in difesa. Per il Macerata arriva un altro punto al quinto ed altri tre all'ottavo. Per il Grosseto arriva all'ultimo attacco il punto della bandiera battuto a casa da Valentino che serve solo a puntellare il punteggio sull'8-1 finale.
Il Big Match di giornata era quello tra Rimini Riviera e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza, entrambi capoliste grazie alle doppiette della prima giornata. Il Piacenza spreca in attacco e regala in difesa. Ben 12 le valide battute (7 più del Rimini) e 4 errori difensivi non permettono alla Rebecchi Nordmeccanica di spuntarla. Ai romagnoli bastano due inning per portare in cascina i punti della vittoria. Vantaggio al terzo con Alberto Castagna (partente piacentino) che apre colpendo Cit e Mattia Pandolfi. Il dug out romagnolo chiama la doppia rubata che riesce perfettamente con Mattia Pellegrini che sparecchia le basi con un singolo. Il terzo punto entra con un errore di Cristalli sulla battuta di Fabri. Il Pareggio del Piacenza arriva nell'attacco successivo con le firme di Epifano, che spinge a casa il punto del 3-1, e Angelucci che pareggia con un triplo che fa entrare due punti. Tre punti equamente ripartiti nelle seguenti tre riprese non bastano al Piacenza per avere la meglio. Al Rimini basta un inning, il sesto, per vincere la gara. Quattro battute valide delle 5 totali arrivano in questa ripresa a cui si aggiungono 3 errori difensivi del Piacenza che fruttano 4 punti che valgono il 7-6 finale. Gli emiliani non si fanno abbattere e reagiscono in maniera veemente in gara2. Sorretti da un Forte sul monte quanto mai dominante ( 2 valide concesse e 10 k in 7 inning) e da un attacco straripante e stavolta poco sprecone. La coppia Tommaso Cherubini – Luca Di Raffaele subisce la potenza del lineup emiliano condotto da Erik Epifano, 4 su 5 e 2 rbi, e Davide Murari (schierato anche sul monte nell'ultime due riprese dove ha messo a segno 3 k) 2 su 3 con 2 rbi. Il finale recita 7-1 Piacenza.
Con il rinvio di Collecchio Senago Milano United, l'ultima gara del secondo turno è stata Castenaso Danesi Nettuno. Prima vittoria stagionale per la Danesi che s'impone in gara2. Gara1, però, è tutta del Castenaso che parte in quarta e segna 7 punti nei primi 3 inning sotterrando il partente nettunese Paolo Taschini. Il Castenaso viene condotto da un Guidoni in grande spolvero (3 su 5) oltre che dal solito Breveglieri autore di un altro homerun. Fuoricampo anche in casa nettunese con Flavio Andreozzi. Il finale recita 13-5 per gli emiliani. In gara2 il Nettuno è a dir poco straripante. L'attacco colleziona valide una dopo l'altra con numeri impressionanti: copertina per il prima base Alessio Mattiello, 3 su 4 con 6 rbi, e note di merito per Nestore Morville, 2 su 3 con 2 rbi, e Alessio Tartaglia, 1 su 2 con 3rbi conditi da un homerun. Sul monte dominano Milvio Andreozzi e Roberto Lodo contro Bassi, Federici e Bentivogli. Nel Castenaso si salva Cancellieri (2 su 4 e 1 rbi) che insieme a Alessio Napoli firma gli unici punti della gara. Finale 13-2 per il Nettuno che dimostra di avere grandi potenzialità dopo le due sconfitte, ma con un bel gioco espresso, trovate nel primo turno contro il Rimini Riviera. Contro il Senago United servirà continuerà con l'intensità di gioco di gara2 per dimostrare che per i playoff ci sono anche i tirrenici.

Classifica: Piacenza, Macerata, Rimini .750; Castenaso, Senago Milano*, Collecchio* .500; Nettuno .250; Grosseto .000
Prossimo turno (14/15-04): Senago Milano United – Danesi Nettuno; Castenaso – Rebecchi Nordmeccania Piacenza; Hot Sands Macerata – Collecchio; Junior Grosseto – Rimini Riviera giovani.

*due gare in meno

Avatar
Informazioni su Davide Bartolotta 213 Articoli
Nato ad Anzio (Roma) il 9 aprile 1988, ha sempre vissuto nella vicina Nettuno. A 6 anni ha cominciato a giocare a calcio, ma essendo della “città del baseball” non poteva che appassionarsi a questo sport. E' iscritto all'ordine dei giornalisti nell'albo dei pubblicisti. Da spettatore ha seguito il baseball fino al giugno del 2008, quando ha iniziato una collaborazione con “Il Granchio”, settimanale d’informazione di Anzio e Nettuno, di cui è diventato dal 2010 redattore e redattore web, che gli ha permesso di vivere questo sport da un altro punto di vista. Nel primo anno di attività giornalistica ha avuto modo di seguire diversi eventi internazionali tra cui le Final Four dell’European Cup a Barcellona (settembre), oltre che a coprire regolarmente la serie A2 ed in particolare le gare del Nettuno2. La sua più grande aspirazione è quella di contribuire, anche se in una minima parte, a far crescere in Italia la considerazione per questo sport, e magari un giorno poterlo raccontare collaborando con testate nazionali. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Nelle stagioni 2011 e 2012 ha svolto il ruolo di addetto stampa per la Danesi Nettuno Bc. E' giornalista presso il gruppo editoriale DComunication dove ricopre il ruolo di redattore web per il quotidiano online di Anzio e Nettuno www.ilclandestinogiornale.it e cura la parte giornalistica dell'emittente televisiva regionale (Lazio) YoungTv dove cura una rubrica sportiva. Dall'agosto 2015 collabora con l'Agenzia di Stampa InfoPress realizzando servizi e contributi per Il Corriere dello Sport seguendo lo sport locale e le squadre in trasferta all'Olimpico di Roma per le partite del campionato di serie A di calcio. Gli piace la musica rock e adora guardare film... è arrivato ad un picco massimo di cinque in una giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento