Pari del Reggio Emilia e Arezzo torna leader

Nuovo cambio in testa alla classifica del girone B. La Palfinger domina nel primo match ma poi perde gara-2 contro il Sala Baganza (grazie ad un eccellente Waters) e scende in seconda posizione aspettando i quattro recuperi

L’Arezzo, senza scendere in diamante, si riprende la testa della classifica. Reggio Emilia lascia la leadership agli aretini a seguito di una sconfitta rimediata nella trasferta di Sala Baganza. L’Acotel Urbe Roma ottiene la doppietta nel match clou della giornata, in trasferta contro la Crocetta, e aggancia al secondo posto gli emiliani. I romani staccano di due gare i parmensi, che sono stati ripresi dalll’Anzio, reduce dalla doppietta ottenuta a Modena. Per la zona salvezza fa un passo avanti Messina, che in casa batte due volte il Poviglio, ultimo della classe. 

E-Tecno1/Sala Baganza – Palfinger Reggio Emilia 2-13 all’8°/ 5-0
Parte forte la Palfinger che nella prima gara disputata a Sala Baganza sotterra di valide gli avversari, 16 contro 9, e ottiene il successo con un agevole 13 a 2. Emiliani subito avanti con ben cinque punti segnati al primo attacco. Al 5° sul punteggio di 9 a 0 arriva la sterile reazione del Sala Baganza, che segna due punti e allunga la gara all’8° quando gli emiliani chiudono per manifesta.  Sul monte successo per Filippo Bertolini, che nelle sette riprese ha concesso otto valide e due punti di pgl, sconfitta per il partente La Rocca, sceso al 5° con ben nove punti subiti. Nei box il migliore è stato il parmense Filippo Ferretti, che ha chiuso a 1.000 con 4 su 4 e un punto battuto a casa. Per gli emiliani molto bene Thomas Di Benedetto, 3 su 4 con un doppio e un pbc, Alessandro Bertoli, 3 su 4 con un triplo e un pbc e Paul Macaluso, 4 su 5 con due doppi e 4 pbc. In gara due uno straordinario Waters batte Reggio Emilia. Il lanciatore parmense sul monte concede appena quattro valide alle mazze emiliane e poi nel box chiude con 3 su 4 con un doppio e due pbc. Waters segna il punto al 4°, arrivando a casa dopo un doppio, un errore e un lancio pazzo, e poi all’8° con un singolo spinge a casa due punti. Sconfitta sul monte per Josh Rickards, rilevato da Dario Espinoza e Mattia Salsi.

Farma Ascensori Crocetta – Acotel Urbe Roma 2-4 / 0-2
Doppietta sofferta e anche un po’ fortunata, specie in gara uno, per la Roma. Sabato pomeriggio i capitolini vincono battendo meno degli avversari, 3 valide contro 7, ma sfruttano al meglio il calo del partente Castro Baez, che al 6° concede due basi, lascia il monte a Gradali che dopo aver eliminato due battitori subisce il doppio di Iezzi, che vale due punti, e poi con un errore difensivo sulla battuta in diamante di Mazza entra il terzo punto. In vantaggio era passato il Crocetta al 4° con la valida di Gandolfi che spingeva a punto Fanfoni (singolo) e Paini (base su ball). Al 7° Cristian Mandolini segna il quarto punto della Roma, in base su ball, ruba la seconda e arriva a casa sul singolo di Morelo. Sul monte vittoria per Ularetti che lancia tutta la partita subendo sette valide, sconfitta per Gradali, quattro riprese e due valide subite, subentrato al partente Castro Baez. In gara due grande prestazione sul monte per il romano Elvis Avendano autore di una no-hit, il perfect game è mancato per due errori difensivi e un colpito. Nelle nove riprese lanciate il pitcher capitolino ha lasciato al piatto dieci battitori. I punti del successo arrivano al 2° e al 3°. Il primo punto arriva con il doppio di Iezzi spinto a casa dal singolo di Rinaldi, poi all’inning successivo è Corbo, in base su singolo, in terza sul singolo di Mazza e a casa sul singolo di Paoletti, a segnare il punto del 2 a 0. Sconfitta sul monte per Victor Santos che ha subito dieci valide e due punti di pgl nelle nove riprese lanciate.

C.U.S. Messina Asd Laghi di Ganzirri – Heila Poviglio Baseball 6–3 / 4–2
Gli isolani si affidano ai due lanciatori per portare a casa una doppietta che può già valere la salvezza. In gara uno Torres firma la vittoria con otto valide e tre punti pgl subiti nelle nove riprese, sconfitta per il partente Andrea Sorrivi, la cui partita dura appena due riprese, il tempo per subire quattro punti, due di pgl, e lasciare poi il monte a Cristian e Francesco Arcolà. Messina va a segno due volte al 1°, due al 2° e due al 5°, mentre il Poviglio risponde con un punto al 2°, uno al 4° e uno al 6°. Nella gara serale grande prova per Javier Nieves che ottiene la vittoria subendo sei valide, due punti pgl e lasciando al piatto ben 16 battitori nelle 8.1 riprese lanciate. Salvezza per il rilievo Rolexis Molina, che affronta solo due battitori. Sconfitta per Anyielo Sanchez che nelle sette riprese lanciate subisce cinque valide e quattro punti di pgl. Gara risolta dagli isolani nelle prime due riprese dove segnano due punti al 1° e due al 2°. La reazione dal Poviglio si infrange con un punto al 7° e uno al 9°. 

Comcor Engineering Modena – A.S.D. Anzio B.C. 5-7 / 3-5 al 12°
Doppietta importante in chiave play-off per l’Anzio. In gara uno guidati dalla quinta vittoria stagionale di Valerio Rodà, e da un big inning da sei punti al 3°, gli anziati hanno vita facile nel controllare il ritorno dei modenesi che si spegne con i tre punti segnati al 1°, al 3° al 6° e i due all’8°. Sconfitta sul monte per Ruggero Iacopino sceso nel corso del terzo inning. Nel big inning dell’Anzio due punti battuti a casa da Nestore Morville e Simone Bosco e uno a testa per Roberto Colaianni e Gianluca Scerrato. Nella gara serale successo al 12° per gli anziati che negli ultimi due attacchi recuperano il parziale che li vedeva sotto 3 a 0. Al terzo extra inning decisive sono state la valida di Roberto Colaianni e la base concessa a Romolo Salciccia, che sono valsi i due punti della vittoria. 

Avatar
Informazioni su Francesco Cenci 77 Articoli
Esperto di tennis, Francesco entra a Baseball.it grazie all'amicizia di Giovanni Del Giaccio collega della rivista "Il Granchio" di Anzio, con cui collabora da sei anni occupandosi dell'Anzio baseball. Dopo venti anni passati sui campi da tennis, raggiungendo buoni risultati, appende la racchetta al chiodo per problemi di lavoro. Da quattro anni lavora nel caotico e frettoloso mondo del cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento