Clamoroso, Olanda batte Cuba 10-0

Shut-out della nazionale orange all'Haarlem Week. Il roster di Stoeckel batte 12 valide contro le 5 dei caraibici ed ottiene al Pim Mulier un significativo successo nel torneo che si chiude domenica. Vincente Boyd

Era già accaduto che Cuba subisse una sconfitta per mano olandese, comunque si era sempre trattato di una gara con risultato stretto. Ieri sera, invece, al "Pim Mulier", lo stadio che sta ospitando la 25ma edizione della "Haarlem Week", l'Olanda ha addirittura umiliato Cuba con una manifesta inferiorità, 10-0 al settimo inning con 12 battute valide, davanti a circa 4.500 spettatori.
L'inizio della quarta gara degli "orange" era prevista per le 19, ma a causa della pioggia ha subito un ritardo di circa un'ora. Una partita importante ed attesa perché entrambe le formazioni erano reduci da tre vittorie ciascuna nei precedenti match del torneo (a farne le spese erano state Giappone, Cina Taipei e USA). Giovedì scorso, a Rotterdam, gli olandesi avevano già battuto i cubani 3-2 ma si trattava di una partita di esibizione alla presenza di 1.800 tifosi.
L'Olanda, allenata per la terza volta dall'americano Jim Stoeckel, si sta preparando per gli Europei di Stoccarda con giocatori esordienti e con altri in rotazione continua – tutti provenienti dalla Hoofdklasse – al fine di effettuare test. I lanciatori partenti nella gara di ieri sera sono stati Leon Boyd per i padroni di casa e Ciro Licea per i caraibici. Al primo inning prima fiammata arancione: solo tre battitori per Cuba e sette per Olanda che consentono l'allungo iniziale (3-0) grazie a singoli di Kingsale, Rombley e al doppio di Engelhardt. L'Olanda raddoppia nella seconda ripresa quando Licea viene sostituito da Yoelkis Cruz: dopo uno strike-out su Legito, segna Shaldimar Daantji sul singolo di Rombley e con due out andavano a casa anche Kingsale e Rombley sul singolo del designato Bas de Jong (6-0).
Terza ripresa ancora di marca olandese con Dwayne Kemp, Michael Duursma e Shaldimar Daantji che battono tre singoli consecutivi e con due punti segnati (8-0). Il risultato si fa rotondo, 10-0, già alla quarta ripresa con Bas de Jong e Bryan Engelhardt che segnano sul sacrificio di Duursma e grazie al singolo di Daantji.
Il partente Boyd, sul fronte opposto, fermava l'attacco cubano durante le cinque riprese lanciate e 3 singoli concessi (singolo nella seconda, terza e quarta ripresa ma senza conseguenze). Da registrare anche tre doppi giochi difensivi olandesi. Dopo Boyd, è stata la volta di Michiel van Kampen al sesto e Arshwin Asjes alla settima ripresa (in totale 23 battitori cubani affrontati nel box e 5 battute valide). Vincente Leon Boyd, in attacco due valide per Kingsale, Rombley, Bas de Jong, Engelhardt e Daantji. L'Olanda guida imbattuta al momento la classifica dell'Haarlem Week con 4 vittorie, seguita da Cuba (3-1), USA, Giappone, Cina Taipei (1-3). Oggi sono in programma Giappone-Cuba e Olanda-Cina Taipei. Il torneo si chiuderà domenica 18 luglio.

Informazioni su Pim Van Nes 279 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.