Jairo Ramos verso Bologna

Alla Fortitudo il prima base italo-venezuelano ex-Grosseto, oggi verrà depositato il contratto. Sotto le Due Torri anche Moreno e Cillo. Occhi puntati sul 22enne oriundo Mazzocchi

Dopo avere allungato le mani con tempismo e determinazione su tre giovani talenti fra i più interessanti del baseball italiano (il ventiduenne Livinston Santaniello, il diciannovenne Mattia Reginato e il ventenne Daniele Malengo, decisamente ottime scelte), la Fortitudo campione d'Italia potrebbe annunciare un nuovo acquisto nelle prossime ore. Stavolta il club biancoblù sceglie la strada dell'esperienza, avendo necessità di assicurarsi un battitore esperto e affidabile da inserire come "cleanup" nell'ordine di battuta.
Laddove nella vincente stagione 2009 c'era il grande Richard Austin (che ha deciso di rimanere in America per cominciare l'esperienza da allenatore-giocatore con i Rockford RiverHawks) presumibilmente ci sarà nella stagione 2010 il veterano Jairo Ramos. Un ex-idolo di Grosseto a disposizione di manager Marco Nanni e del suo staff (che si è ampliato con l'arrivo in questi giorni di Mario Labastidas).
Indiscrezioni che abbiamo raccolto in giro, fra Bologna e Grosseto, danno per certo che oggi la Fortitudo Baseball depositerà in Federazione il contratto già firmato da Jairo Ramos. La notizia non è stata ancora ufficializzata, forse perché il "prima base" italo-venezuelano potrebbe avere avuto una proposta dal Venezuela. Quel che è sicuro è che Jairo potrà giocare soltanto per la Fortitudo Bologna, se deciderà di tornare in Italia. Come è probabile.
Jairo non è più un giovanotto, ha trentotto anni e mezzo, però ha ancora la forza e i riflessi nel suo giro di mazza per "buttarla fuori".
Proprio nella sua ultima partita giocata allo stadio "Gianni Falchi" di Bologna, durante i Campionati Mondiali, Ramos ha colpito duro realizzando un imperioso fuoricampo al centro (pallina scaraventata sui 125 metri…). Una prodezza che riaprì la partita dell'Italia contro il Messico, illudendo gli azzurri, poi sconfitti alla fine. Quel 6-3 per i messicani sollevò rabbia e polemiche in manager Mazzieri per un arbitraggio che penalizzò l'Italia.
Jairo Ramos è mancino. Nato in Venezuela, a La Guaira, il 21 luglio 1971. E' protagonista sui diamanti del massimo campionato italiano dal 1998. Dodici stagioni difendendo i colori del Bbc Grosseto e diventando, della squadra maremmana, un giocatore fra i più carismatici.  Prima base e battitore designato. I suoi "numeri" totali (regular season e playoff) in attacco: 592 partite giocate, 2.303 turni alla battuta, 762 battute valide, 160 doppi, 7 tripli, 72 fuoricampo. E poi: 457 punti battuti a casa, 401 punti realizzati, 1.152 totale basi, 303 strikeout, 25 basi su ball, 57 basi rubate su 71 tentativi. Medie e percentuali di 12 campionati in Italia: average 331; slugging 500; obp (percentuale di arrivi in base) 397.
Jairo Ramos Gizzi buon interprete anche in maglia azzurra. Ai Campionati Europei del 2001 ferce registrare un notevole 381 di media battuta e 435 di slugging percentual. E venne nominato come miglior prima base della competizione. Ai Giochi Olimpici del 2004 risultò il primo degli azzurri in OPS. Ai campionati Europei 2005 con le sue 15 battute valide, Jairo Ramos si piazzò al secondo posto dietro al tedesco Simon Guhring e si guadagnò un altro inserimento nell' All Star Team. Jairo ha indossato la maglia azzurra della Nazionale anche al World Baseball Classic del 2006.
Da sottolineare, in campionato, le straordinarie cifre di un Jairo Ramos già trentasettenne nella regular season 2008: average 342, slugging 555, obp 456.
Per quanto riguarda il monte di lancio, la Fortitudo potrebbe richiamare Victor Moreno come rilievo di Jesus Matos ricomponendo così l'affidabilissima coppia straniera dello scudetto 2009. Mentre, per i lanciatori oriundi e comunitari, è confermata la disponibilità di Cody Cillo al ritorno a Bologna. Però non è da escludere che la Fortitudo scelga la strada di portare al "Falchi" il ventunenne oriundo Rene Mazzocchi (l'anno scorso in prestito al Latina), braccio da strikeout, da utilizzare come rilievo di Yulman Ribeiro in gara2.

Informazioni su Maurizio Roveri 192 Articoli
Maurizio Roveri, giornalista professionista, è nato il 26 novembre 1949. Redattore di Stadio dal 1974, e successivamente del Corriere dello Sport-Stadio, fino al gennaio 2004. Iscritto nell'Albo dei giornalisti professionisti dal luglio 1977. Responsabile del basket nella redazione di Bologna, e anche del pugilato. Caporubrica al Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Inviato ai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in varie città d'Italia, del 1990 a Edmonton in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Dal 2004 al 2007 collaboratore del quotidiano "Il Domani di Bologna" per baseball, pugilato, pallavolo.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.