La Franchigia Parma pesca da Nettuno

Alla corte di Gerali in arrivo Manuel Gasparri e Juan Camilo. Laidel Chapelli verso Rimini

Quando si entra nel tunnel vuol dire che si comincia a vedere la luce. Una contraddizione se non si stesse parlando di baseball e della preparazione alla nuova stagione. Il Parma baseball, o meglio la squadra maggiore della Franchigia Parma, comincerà ad allenarsi costantemente nel tunnel da lunedì prossimo il che vuol dire che si comincia ad intravedere l'ora del play ball. Obiettivo, il solito: post season, minimo. Giocarsi almeno la finale scudetto è un cruccio che la dirigenza, e non solo, si porta dietro da parecchio.

La chiave di volta per riuscire nell'intento sarà, soprattutto, gara1. La nuova regolamentazione degli extracomunitari ha portato la società ad indirizzarsi su un solo lanciatore straniero, scelta che alla luce di quanto visto negli ultimi anni è assolutamente saggia e condivisibile e forse sarebbe stata da perseguire anche senza la nuova limitazione. "Uno alla Ortiz", per intenderci, farebbe al caso. Fatto questo il monte acquisirebbe una certa solidità. Con Grifantini, Burlea e Cicatello, se confermerà anche nella categoria superiore quanto di buono fatto col Sala Baganza, due partite sarebbero ben coperte. Il monte italiano si gioverà sempre di Corradini, Salsi e Mori (che grazie all'interscambiabilità tra Ibl1 e 2 potrà lanciare alcuni inning in più e provare ad acquisire maggior sicurezza) con Giovanelli pronto a verificare le sue credenziali e col vecchietto Newman da verificare.

Poche le variazioni in diamante. Chapelli ha preso la via di Rimini e Munoz non darà più quel suo grande apporto, potrebbe rientrare nello staff tecnico, mentre in arrivo vi sono un paio di elementi entrambi provenienti da Nettuno.

Uno è Manuel Gasparri. Il 36enne grossetano ha chiuso il 2009 a .190 di media battuta e non lo si è visto molto dietro il piatto di casa base, ma può fungere anche da dh. I problemi di lavoro, mischiati all'età non più verdissima, non gli consentiranno un'assidua frequentazione settimanale, ma il suo contributo non è indirizzato meramente all'attacco ma al fatto che può, dal punto di vista caratteriale, dare qualcosa in più, alla squadra e a Bertagnon, di chi lo ha preceduto negli ultimi anni in qualità di ricevitore.

L'altro è Juan Camilo. A Parma è da tempo che manca un vero quarto in battuta, il 33enne dominicano (che in Colombia sta battendo a .350 di media e sta "girando" per il diamante) sarebbe l'uomo giusto ed aggiunto a Carvajal, Zileri e Dallospedale, Parma metterebbe insieme un bel quartetto. Il suo posto in campo esterno: a sinistra date le comprovate qualità di Zileri al centro.

Dal punto di vista difensivo interno si tratterà di dare un volto definitivo alla cerniera sinistra. La società pare orientata a costruire Scalera nel ruolo di terza base, dove si è disimpegnato abbastanza bene quelle poche volte che è stato chiamato in causa nella scorsa stagione.   

Confermato l'abbinamento con Cariparma, la società è ormai prossima a chiudere l'accordo con una nota azienda parmigiana del settore alimentare.

Avatar
Informazioni su Paolo Mulazzi 42 Articoli
Nato a Parma nel 1963, giornalista pubblicista, cominciò a seguire il baseball nel 1974, penultimo anno targato Bernazzoli, e si “abituò subito male” con le vittorie della grande Germal. Provò anche a giocare, per un paio d’anni, nell’allora Parma Pan, ma scelse, forse a ragione, di dedicarsi alla scuola. Così dovette accontentarsi, in età più adulta, di anni e anni di slow pitch. Agli inizi degli anni '80 inizia il suo percorso giornalistico in ambito radiofonico con Radio Emilia prima ed Onda Emilia poi. Un percorso durato sino alla fine degli anni '90 fatto di conduzioni in studio, per un anno anche televisive con la collegata Europarma Tv (l’attuale Teleducato), servizi e radiocronache di baseball e rugby, sport, quest’ultimo, che è sempre andato di pari passo col primo. Nel 2004 inizia la sua avventura col cartaceo collaborando per il settimanale gratuito "Lungoparma" occupandosi, oltre che di sport, anche di inchieste d’attualità. Nell’aprile 2005 nasce a Parma il quotidiano "L’Informazione" con cui comincia a collaborare sin dal primo numero scrivendo sempre dei suoi due sport preferiti. Nel marzo 2008 passa a "Polis Quotidiano". Inoltre, nel novembre del 2007 è co-ideatore del quotidiano sportivo on line www.sportparma.com ma i suoi impegni non finiscono qui: ha collaborato saltuariamente col settimanale locale "Zerosette", occupandosi di inchieste, e scrive regolarmente su "Lameta", settimanale di rugby a diffusione nazionale. Nel mezzo di tutto ciò c’è stato anche spazio, dal 2000 al 2005, per allenare il settore pre-baseball dell’Oltretorrente, esperienza che gli ha dato molto dal punto di vista umano. Ama la natura e gli animali (salutiamo il gatto Gigi) e sogna sempre di rivedere gli stadi pieni come un tempo, almeno a Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.