Catania Warrios Paternò promosso nella Italian Baseball League 2010

Decisiva la valida di Pesce al secondo tie-break nel 12° inning e la prestazione di Torres, capace di lanciare 16 inning nell'arco di due giorni. I siciliani conquistano la IBL al quinto match (11-10)

Al termine di un’interminabile gara-5, conclusasi al 12° inning con il punteggio di 11-10, il Catania Warriors Paternò batte l’Anzio e saluta la serie A2, celebrando la promozione nella Italian Baseball League 2010.
Che tra le due squadre ci fosse molto equilibrio lo si era capito prima nei rispettivi gironi, che entrambe hanno dominato, e poi nella serie finale. Dopo il pareggio nelle prime due partite disputate al “Reatini” di Anzio, la parità è proseguita anche nelle due gare disputate al “Warriors Field”. Nel quinto e decisivo incontro infine non sono bastati i canonici nove inning per decretare un vincitore e per rompere l’equilibrio si è dovuti ricorrere a ben tre extra-inning. Si è andati vicini anche a dover sospendere la partita per l’oscurità. Anche qui lascia molti dubbi la scelta, o meglio il sorteggio, che ha consentito che le partite decisive si giocassero in terra siciliana in un diamante privo di illuminazione.
Vincere una partita con un punto di scarto al terzo extra-inning riempie di felicità e gioia immensa. Ai siciliani vanno i complimenti davvero di tutti, senza dimenticare anche il club anziate, in questa occasione perdente, che ha venduto cara la pelle e ha dimostrato di non essere inferiore agli avversari. Protagonista assoluto delle partite giocate in Sicilia è stato il lanciatore Franklyn Torres, che ha vinto due partite, gara-3 e gara-5, lanciando ben sedici inning.
Il match decisivo si apre bene per i padroni di casa che realizzano due punti al 1° grazie alla valida di Piovan e all’homerun di Cabrera. Il partente anziate Mauro Salciccia subisce altri due punti al 4°, complice un errore di Scorziello con due out. Al 6° arriva la reazione degli ospiti che non ci stanno a perdere. Approfittando del calo del partente Jesus Marquez con un big inning da sette punti ribaltano il risultato. Colpito Del George, base a Morville ed errore di Sforza che fa entrare due punti, poi la base a Santolupo e i singoli di Mondino e Scorziello fanno scendere dal monte Marquez per far posto a Torres, che però subisce subito il triplo di D’Addio.
Al cambio campo i siciliani pareggiano segnando 3 punti e facendo scendere dal monte Salciccia per far posto a Roberto Rossi, che lascerà poi il monte al 7° a Florian. A fine dell''ottava ripresa la parità si protrae con due punti segnati a testa. Nel primo extra-inning non succede nulla. Nel primo tie-break valida a sinistra di D’Addio che spinge a casa Mondino, poi valida di Sanna che riempie le basi ma né Sparagna né Del George riescono a far avanzare i compagni. Stessa sorte per il Paternò. Singolo a sinistra di Sforza che spinge a punto Savasta, poi intenzionale a Cabrera, strike-out Sciacca e out a casa Piovan.
La svolta al 12° inning, secondo tie-break. Morville e Paoletti vengono eliminati. Sul fronte etneo, Pesce batte valido a sinistra e dà la vittoria ai nero-arancio di Falcone. Esplode la festa, il Catania Warriors Paternò è nell’Italian Baseball League dell'anno venturo.

Avatar
Informazioni su Francesco Cenci 77 Articoli
Esperto di tennis, Francesco entra a Baseball.it grazie all'amicizia di Giovanni Del Giaccio collega della rivista "Il Granchio" di Anzio, con cui collabora da sei anni occupandosi dell'Anzio baseball. Dopo venti anni passati sui campi da tennis, raggiungendo buoni risultati, appende la racchetta al chiodo per problemi di lavoro. Da quattro anni lavora nel caotico e frettoloso mondo del cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento