Il Paternò si porta sul 2 a 1

Siciliani in vantaggio nella sfida con l'Anzio che vale il passaggio alla Italian Baseball League 2010. Con il fattore campo a proprio favore, ai Warriors basterà vincere uno dei due incontri per conquistare la promozione

I siciliani del Catania Warriors Paternò si aggiudicano la terza partita della finale dei play-off della serie A2 battendo l’Anzio con il punteggio di 8 a 5.
Il terzo incontro è quello che rompe l’equilibrio, dopo l’1 a 1 del “Reatini” il Paternò conquista con questo successo un cospicuo vantaggio. I siciliani ora per guadagnarsi un posto nell’Italian Baseball League del 2010 devono vincere una delle eventuali due partite, avendo dalla propria anche il fattore campo. Un primo match point che i padroni di casa si giocheranno al “Warriors Field” domani mattina alle 10:30.
Sul monte vittoria per il siciliano Franklyn Torres, che ha lanciato la partita completa concedendo nove valide, 5 basi ball, 5 punti guadagnati e lasciando al piatto 6 battitori avversari. Il perdente è invece risultato Valerio Rodà toccato subito duro dalle mazze avversarie, tanto che è stato costretto a scendere dopo appena sei eliminati, dopo aver subito dieci valide e quattro punti. Il manager anziate Carlo Morville è costretto poi a impiegare altri tre lanciatori. Inizia Roberto Rossi (3.0 rl, 2 vc, 2 bb, 2 K, 3 pgl), poi Mauro Salciccia (2.1 rl, 2 vc, 1 bb, 1 K, 1 pgl) e infine Vincenzo D’Addio (0.2 rl, 0 vc, 0 bb, 1 K, 0 pgl).
I padroni di casa partono subito forte. Il primo punto lo segnano al 1°. Due singoli, di Savasta e Marquez, e il doppio di Cabrera sbloccano il risultato. L’Anzio poi si salva chiudendo l’inning con un doppio gioco a basi cariche. Al 2°, dopo il colto rubando su Aluffi il Paternò segna due punti battendo quattro singoli consecutivi, di Pesce, Soraci, Savasta e Marquez. Il quarto punto arriva al 3° con il doppio di Piovan spinto a casa dalla valida a destra di Aluffi. Qui finisce la partita di Rodà rilevato da Rossi, che fa battere in doppio gioco Pesce e in diamante Soraci. Nei tre inning centrali c’è la reazione dell’Anzio. Al 4° D’Addio, in base su ball, arriva a casa base sul doppio al centro di Del George, che segna a sua volta sulla valida di Nestore Morville dopo esser avanzato in terza sull’eliminazione in diamante di Sparagna. Al 5° gli ospiti si portano a una lunghezza. Santolupo riceve la base ball, poi avanza in seconda sull’errore di Sforza su Scorziello e a punto sulla valida al centro di D’Addio. I siciliani nello stesso attacco riescono a riallungare il punteggio segnando tre punti. Rossi concede due basi a Cabrera e a Sciacca, che arrivano a punto sul doppio di Piovan, che avanza in terza sull’azione e a casa sul sacrificio di Aluffi. Nel successivo inning l’Anzio reagisce nuovamente segnando due punti portandosi a due lunghezze dai siciliani. Colpito Sparagna, che avanza su lancio pazzo e va a punto sulla valida di Nestore Morville, che poi raggiunge casa base sulla volata di sacrificio di Santolupo dopo esser avanzando in terza sulla valida di Paoletti. Negli ultimi tre attacchi Torres concede solo una valida e una base e porta a casa una vittoria preziosa per la sua squadra. All’8° il solo homer di Sforza su Salciccia fissa il punteggio sull’8 a 5.

Avatar
Informazioni su Francesco Cenci 77 Articoli
Esperto di tennis, Francesco entra a Baseball.it grazie all'amicizia di Giovanni Del Giaccio collega della rivista "Il Granchio" di Anzio, con cui collabora da sei anni occupandosi dell'Anzio baseball. Dopo venti anni passati sui campi da tennis, raggiungendo buoni risultati, appende la racchetta al chiodo per problemi di lavoro. Da quattro anni lavora nel caotico e frettoloso mondo del cartone.

Commenta per primo

Lascia un commento