Luca Martone firma con gli Houston Astros

Contratto di 6 anni per il 16enne interno nettunese che si aggiunge agli altri cinque italiani già presenti tra i pro USA: ottimo difensore (seconda ed interbase), switch-hitter, buon contatto con la mazza (lead-off ideale)

Dopo Liddi, Maestri, Panerati, Pizziconi e Lucati, un altro giocatore italiano è pronto a sbarcare nel baseball pro americano. E' imminente la firma del contratto per l'interno nettunese Luca Martone, 17 anni il 21 ottobre, che lo legherà agli Houston Astros per le prossime 6 stagioni (della stessa organizzazione fa già parte il lanciatore trevigiano Andrea Lucati, attivo nella Gulf Coast League).
A mettere gli occhi sul giovanissimo prospetto del Nettuno2, sin dalla primavera scorsa, è stato Mauro Mazzotti, coordinatore dello scouting degli Astros a livello europeo ed attuale manager della Telemarket Rimini e della nazionale spagnola, che ha però dovuto attendere gli inizi di luglio per l'avvio del cosiddetto "international free agent period".
Luca Martone è un prodotto del prolifico vivaio nettunese e già con grandi qualità in attacco e difesa nonostante la giovane età: gioca indifferentemente seconda base ed interbase ("anche se io mi sento più interbase" confessa), switch-hitter, battitore di contatto (ottimo come lead-off), buona velocità e dotato di "grandi mani", insomma una garanzia in difesa. Ha iniziato a giocare a baseball quando aveva a 7 anni, nel 1999, con il Nettuno2, squadra che non ha mai voluto lasciare. Anzi, da circa tre anni, è stato il suo allenatore Guglielmo Trinci (storica "colonna" del Nettuno per quasi 25 anni) a prenderlo sotto la sua ala protettiva. Ed i risultati non hanno tardato ad arrivare… "E' molto bravo davvero – sottolinea Trinci – un gran lavoratore, umile, veloce con le mani. Caratteristcihe che lo porteranno lontano. Certo negli USA è durissima, c'è una concorrenza spietata, ma Luca con la voglia che ha raggiungerà i risultati che merita". Da due anni è inserito nella Under 21 del Nettuno ed il 31 maggio scorso a Godo ha debuttato in IBL nel gara vinta 7-1 dalla Danesi con Farnsworth vincente ("è successo a 16 anni ed è una cosa straordinaria" aggiunge).
Dopo la firma del contratto, questione ormai di ore, Martone (che ha appena completato l'anno accademico presso la struttura FIBS di Livorno) si aggregherà alla Nazionale Juniores per partecipare agli Europei di Bonn dal 3 al 9 agosto. Poi a settembre il primo contatto con il mondo dei pro, essendo prevista una sua partecipazione all'Instructional League per circa un mese. A marzo, poi, gli spring-training con Houston all'Osceola County Stadium di Kissimmee, in Florida.
"Che dire, è un'emozione grandissima, una soddisfazione immensa, non me l'aspettavo proprio – ha detto Luca a Baseball.it – All'inizio pensavo ad uno scherzo, e ancora adesso non ci credo. E' un sogno, firmare per i pro a 16 anni… in famiglia sono sorpresi della cosa ma molto felici. Finora la squadra del cuore sono stati gli Yankees, i miei idoli Derek Jeter e Omar Vizquel".
Oltre Martone, gli Houston Astros hanno raggiunto un'intesa con altri 4 prospetti, come ha annunciato il General Manager Ed Wade: si tratta del lanciatore Alexander Martinez (16 anni dal Nicaragua), il lanciatore mancino Kilby Pena (17 anni dalla Repubblica Dominicana), il lanciatore Enderson Franco (17 anni, dal Venezuela) e l'interno Yonathan Mejia (16 anni dalla Dominicana).

 

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.