Indians, una stagione colma di speranze

Mark De Rosa e Carl Pavano rinforzano la formazione di Cleveland – Anche Detroit e Minnesota puntano al primo posto nella Central Division della American League, molto attivi anche i Royals

Il nostro "preview" nella Major League Baseball 2009 prosegue con la Central Division della AMERICAN LEAGUE, le cui squadre hanno conquistato il pennant 27 volte. In particolare, i Detroit Tigers lo hanno conquistato in 10 occasioni, i Chicago White Sox 7, i Cleveland Indians 5, i Minnesota Twins 3 ed i Kansas City Royals 2.
Anche per l'imminente stagione, la lotta al pennant della Central Division sembra essere circoscritto ad un trio composto da Tigers, Twins ed Indians, con questi ultimi che si sono mostrati particolarmente abili sul mercato invernale. Gli arrivi a Cleveland dei pitcher Joe Smith dai Mets e Tomo Hocka dai Blue Jays e dell'interno Luis Valbuena dai Mariners sono stati solo l'inizio: dai Cubs sono stati presi il closer Kerry Wood ed il seconda base Mark De Rosa, mentre dagli Yankees è arrivato il partente Carl Pavano.
Più improntata all'oculatezza l'off-season dei Twins che non hanno puntato alla quantità degli acquisti, ma alla qualità: pochi innesti ma di valore, questo il motto di Minnesota. Così sono arrivati i free-agent Joe Crede, terza base strappato ai White Sox, e Luis Ayala, pitcher ex-New York Mets. Per il resto sono stati confermati i giocatori già inseriti nell'organizzazione: da Nick Punto, interbase della Nazionale italiana all'ultimo WBC, al catcher Mike Redmond e soprattutto al lanciatore Scott Baker.
Anche i White Sox, veri outsider della Division, hanno deciso di rinforzare il monte di lancio ed hanno scommesso tutto su Bartolo Colon che, dopo i fasti di Los Angeles (sponda Angels), ha vissuto una stagione con più ombre che luci a Boston. Nel "South Side" di Chicago sono finiti anche l'interbase Brent Lillibridge (in uno scambio di giocatori che ha visto partire il lanciatore Javier Vazquez, il rilievo Kelvin Jimenez ex-Cardinals passando per Toronto, il prima base Wilson Betemit ed il seconda base Jayson Nix.)
Dopo una stagione a dir poco deludente, viste le premesse iniziali che li vedeva come favoriti alla conquista della Division, i Detroit Tigers si sono ancora affidati a Jim Leyland e ripartono da Adam Everett, interbase ex-Twins e dal lanciatore partente Edwin Jackson, ex-Rays. Insieme a lui il rilievo Brandon Lyon (D-Backs) ed i catcher Matt Treanor (Marlins) e Gerald Laird (Rangers).
Altra franchigia molto attiva è stata quella di Kansas City. Da sempre vista come la "cenerentola del girone", la squadra dei Royals vorrebbero emulare le gesta dei Rockies nel 2007 e dei Rays del 2008. Così ecco che alla corte di Tray Hillman approdano i pitcher Juan Cruz dai D-Backs, Doug Waechter dai Marlins, Horacio Ramirez dai White Sox e Kyle Farnsworth. Sistemato il monte di lancio, i Royals si sono assicurati le prestazioni dell'utility player Willie Bloomquist, ex-Seattle e soprattutto dell'esterno centro Coco Crisp da Boston e del prima base Mike Jacobs dai Marlins.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.