Serie Nacional, L'Avana e Villa Clara leader incontrastati

20 successi su 26 incontri per le "Naranjas" , 17 per i Vaqueros de L'Avana che hanno quattro assi del monte di lancio della nazionale – In crisi i campioni in carica di Santiago e Alexeis Bell (un solo fuoricampo)

Quando mancano soltanto 3 partite per completare un terzo del calendario della 48esima Serie Nacional, saldamente al comando rispettivamente della Liga Occidental e Oriental le formazioni de L'Avana e Villa Clara.
Le "Naranjas" di Eduardo Martin Saura hanno compiuto un passo impressionante accumulando 20 vittorie su 26 gare disputate, con tre partite sospese, due delle quali in vantaggio ed una pareggiata agli extrainning.
L'Avana da par suo ha collezionato 17 vittorie e otto sconfitte: un record meno spettacolare di quello del Villa Clara, ma i Vaqueros dispongono di un asset importantissimo: un gruppo di "serpentineros" considerato il più completo del campionato. Lo staff è di lusso, con Jonder Martínez, Yulieski González, Yader Pedroso e Miguel Lahera, quattro assi formidabili, un poker di campioni che danno forza alla squadra nazionale cubana.
Tra la zona orientale e quella occidentale c'è un evidente squilibrio tra le squadre. Lotta serrata nella Liga Oriental, anche se i "naranjeros" hanno fatto un passo ben al di là delle più rosee possibilità.
Nella Liga Occidental, le squadre notoriamente più forti, Industriales, Pinar del Rio e Sancti Spiritus, sono invece di gran lunga al di sotto delle loro reali qualità. Soprattutto gli azzurri della capitale, ovvero gli Industriales, che pur con tanti infortunati ed un monte di lancio non ai massimi livelli rincorrono a 3 partite da L'Avana per la gioia dei loro fedelissimi. Pinar del Rio, vice campione nazionale, incassa più sconfitte che vittorie e lo stesso accade anche a Sancti Spiritus, gruppo di forti battitori il cui inizio è stato finora mediocre, ad un terzo della stagione.
Nella Liga Oriental, la principale novità è il disastroso cammino di Santiago de Cuba, campione in carica, al quinto posto in classifica a 6 partite di distanza da Villa Clara. Nessuno riesce a capacitarsi di questo avvio così incerto per una squadra dotata di una grande difesa, con un attacco temibile e che l'anno scorso ha spazzato via tutti i suoi avversari.
Le "Avispas" possono recuperare, anche se in verità sono le "seconde linee" del monte di lancio a non supportare efficacemente i partenti con a capo Norge Luis Vera, pedina fondamentale della squadra nazionale, il giovane Roibal Reinier, Yaumier Sanchez, Osmel Cintra e Danny Betancourt, che formano un quintetto di prima classe. Ma oggi, nel baseball moderno, sono proprio i rilievi a giocare un ruolo fondamentale nel preservare l'operato degli "starter". I cosiddetti "rilievi intermedi", corti o closer sono oggi la chiave del successo in ogni competizione.
Da sottolineare nelle prime 27 partite del campionato cubano, i 9 fuoricampo di Rolando Meriño e gli 8 di Yenier Bello: il primo ha 37 anni, il secondo 21, entrambi ricevitori di Santiago de Cuba e di Sancti Spiritus. Di contro si registra la scarsa performance del fuoricampista leader della passata stagione, Alexeis Bell, che ha sepdito solo una volta la pallina oltre la recinzione e le oltre 1.500 basi per ball concesse dai lanciatori delle 16 squadre della Serie Nacional.

Commenta per primo

Lascia un commento