Svolta nel 2010: parte la European Professional League

Lo annuncia la CEB: a contendersi il titolo del primo campionato pro continentale saranno gli 8 migliori club europei – Un torneo a fine stagione della durata di 4-6 settimane con partite quotidiane

Attenzione, dopo la Italian Baseball League, nel 2010 arriva anche la European Professional League. Ad annunciarlo è la CEB, la federazione europea di baseball, che anticipa anche altre interessanti novità. Il 2010 sarà un anno importante per il movimento europeo del "batti e corri" con l'assegnazione alla Germania di EURO 2010, il campionato riservato alle rappresentative nazionali vinto nel 2007 dall'Olanda, seguita da Gran Bretagna e Spagna. Dopo la penisola iberica saranno quindi i diamanti tedeschi ad ospitare l'evento. Le motivazioni della scelta sono presto dette e si riferiscono agli "ottimi standard qualitativi e al numeroso seguito di pubblico" che si registra ogni qualvolta una manifestazione si disputa in Germania.
Ma a destare ancor più scalpore è la notizia che, sempre a partire dal 2010, prenderà il via il primo campionato professionistico continentale per club, battezzato "European Professional League". Le migliori 8 squadre europee si sfideranno tra loro, a fine stagione, in un torneo della durata di 4-6 settimane (presumibilmente tra la fine di settembre e il mese di novembre) con partite quotidiane. Il format definitivo della manifestazione non è stato ancora finalizzato. "Questa Lega è la risposta alle richieste pervenute da molto tempo da parte delle Federazioni aderenti alla CEB di istituire un campionato da disputarsi durante o dopo i rispettivi campionati nazionali" precisa la CEB, concludendo che "questo darà una enorme spinta all'intero movimento continentale e alla visibilità del nostro sport".
Come si inserirà la neonata Italian Baseball League è ancora presto per dirlo, certo è che i prossimi due anni saranno decisivi per il futuro del baseball nel Vecchio continente con la disputata nel 2009 del primo mondiale Paneuropeo e con la nascita nel 2010 delle prime due leghe professionistiche, quella europea e quella italiana. La speranza è che ci sia un vero progetto dietro tutto questo fiorire di novità, altrimenti sarebbe un peccato. Come si dice in questi casi: chi vivrà vedrà.

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.