A Catania cresce la febbre per il baseball

Boom di iscrizioni per la franchigia etnea (Catania Baseball Project, Cus Catania e Ninfo B.C): 80 tesserati su 180 alunni di due scuole della provincia che daranno vita 3 squadre ragazzi ed una cadetti

Il baseball sembra appassionare sempre di più la città di Catania, tanto che il tesseramento delle giovani leve sta dando risultati davvero incoraggianti. Ciò grazie all'intensa attività di promozione che la franchigia etnea, composta da Catania Baseball Project, Cus Catania e Ninfo Baseball Club, ha svolto intensamente in questi ultimi mesi.

Inizialmente sono state coinvolte due scuole della provincia catanese (il Circolo Didattico Maria Montessori di Catania e l'Istituto Comprensivo Gabriele D'Annunzio di Motta S. Anastasia) con il coinvolgimento di otto quinte classi per un totale di circa 180 alunni. Ed i risultati non si sono fatti attendere: sono stati tesserati 80 ragazzini (60 per la categoria ragazzi e 20 per categoria Cadetti) che permetteranno la formazione di tre squadre ragazzi, una per ciascun club, e una squadra cadetti. "Sono soddisfatto per la qualità del progetto e per i risultati finali a cui siamo giunti – dice Marcello Montalto, responsabile del settore giovanile della società etnea – stiamo già lavorando attivamente per sviluppare il programma del prossimo anno, che sarà pianificato nei dettagli durante il prossimo mese di agosto. Prevediamo, per il 2009 un'attività ancora più intensa che possa consolidare quella di quest'anno e creare una o due squadre che possano essere competitive nelle rispettive categorie. In questo modo, entro il 2010-2011, si potrà contare su una base di circa 60/80 atleti con esperienza annuale, biennale e triennale. Potranno così nascere i futuri giocatori che potranno dare linfa alle squadre  maggiori. Anche i tecnici e gli animatori saranno interessati, per essere sempre più qualificati. Al centro dell'attività ci sarà esclusivamente il "IV Novembre" che grazie all'impegno, al lavoro e alle risorse della franchigia diventerà una vera e propria scuola del baseball".

Commenta per primo

Lascia un commento