I Rams Viterbo castigano il Cus Catania

Nell’ultima giornata del girone di andata, i siciliani rimediano un pesante doppio stop (13-4 e 12-2) ad opera dei Tusci – Espulso al primo inning di gara-2 per proteste il ricevitore catanese Fortunato

nUn violento acquazzone, abbattutosi sul diamante Massini, costringe i Rams Viterbo, padroni di casa, ed il Cus Catania a giocare nella giornata di domenica il double-header (arbitri Maurizio Lalli e Simone Menicucci), valevole per l'ultima giornata di andata del campionato di serie B. Ed i siciliani non riescono a controbattere i colpi della corazzata viterbese. Trasferta quindi amara nella Città dei Papi per il Cus Catania che esce sconfitto per 13-4 nel primo match e 12-2 per manifesta superiorità all'ottavo inning nel secondo.n

n

nCatania parte subito forte nella partita d'apertura, 2-0 dopo due riprese, grazie anche all'efficacia sul monte di lancio di Emanuele Garofalo che sarà poi rilevato da un febbricitante Miuccio (in dubbio fino alla vigilia). Big inning, il terzo, del Viterbo capace di mettere a segno ben 8 punti e di rovesciare completamente il risultato a proprio favore. Nella restante 6 riprese gli ospiti non riescono a graffiare più di tanto e riescono a far entrare solamente altri 2 punti contro i 5 del Rams Viterbo che bloccano così il risultato sul definitivo 13-4. "Sono molto deluso dall'atteggiamento che la squadra ha assunto al terzo inning quando si è consolidato il vantaggio del Viterbo – spiega Antonio Consiglio, Presidente del Catania Baseball Project – Mi spiace molto, perché la squadra non è riuscita a rientrare in partita mostrando un atteggiamento di resa che non le appartiene. Voglio un approccio più tranquillo per le prossime gare, per vedere finalmente delle reazioni nei momenti di pressione delle gare".n

n

nSeconda gara viziata al primo inning dall'espulsione per proteste del ricevitore catanese Alfonso Fortunato che sarà sostituito dal designato Giampiero Novara. 4-0 per il Viterbo al primo inning, prova ad accorciare le distanze nel secondo il Catania con due punti del solito Novara (spinto a punto da Bonfiglio) e lo stesso Bonfiglio che entra a punto grazie ad una valida di Ciornea. Poi il Catania esce di scena mentre il Viterbo continua a mietere punti riuscendo a conclude all'ottavo per manifesta superiorità sul punteggio di 12-2. "Siamo stati fortemente penalizzati dalla decisione dell'arbitro di espellere Fortunato – lamenta Consiglio – Mandare via al primo inning il nostro ricevitore ci ha da subito condannati alla seconda sconfitta. E' uno dei nostri migliori giocatori in battuta e sinceramente mi è sembrato un po' eccessivo da parte dell' arbitro decidere direttamente per l'espulsione, senza prima ammonire il giocatore in un'azione in cui poteva benissimo starci out o salvo. Non vorremmo che nei nostri confronti, che con tanta abnegazione e spirito di sacrificio affrontiamo questo torneo, ci siano atteggiamenti reiterativi da parte degli arbitri. Speriamo anche che la squalifica di Alfonso non sia troppo pesante, per non essere penalizzati nelle gare successive. Con questo non voglio levare i giusti meriti agli avversari, una squadra composta da giocatori validi con qualche punta di diamante che mi ha ben impressionato. Voglio fare un plauso a due di loro, in particolare il giovane nazionale Alessandro Vaglio, capace di mettere a segno un fuoricampo, e l'esperto ricevitore grossetano Simone Fiorentini".n

n

nIl campionato adesso si ferma per osservare un turno di riposo, in attesa dell'inizio del girone di ritorno.n

n

Commenta per primo

Lascia un commento