Parma-Bologna, il derby degli antichi sapori

Confronto diretto tra Fortitudo e Cariparma, dirette inseguitrici di Nettuno e Grosseto – Un atteso trittico che viaggia sulla via Emilia e dura un’intero week-end

nOltre il duello tra le prime della classe, la seconda giornata del massimo campionato di baseball propone l'interessante sfida emiliana Parma-Bologna , due squadre che attualmente occupano "in condominio" la terza posizione in classifica.
nPer questa grande classica della serie A1, le due società hanno scelto di sperimentare giorni e orari differenti dalla consuetudine: si giocherà fra venerdì 25 e domenica 27 aprile sulla via Emilia. Precisamente allo stadio Europeo di viale Piacenza, nella città ducale, venerdì, con inizio alle ore 19 (gara1), e sabato, con inizio alle ore 21 (gara3), mentre domenica 27 aprile, con playball alle 15.30 (gara2), il teatro della sfida sarà lo stadio Gianni Falchi di Bologna. n

n

nI parmigiani presentano una formazione che può rivelare sorprese: ne sanno qualcosa i "Pirati" di Rimini, che nello scorso weekend hanno ceduto ai ducali le prime due gare del trittico, nonostante il Parma fosse ancora privo dei lanciatori Ortiz e Bazzarini. A favore del Cariparma, l'esperienza dell'intramontabile Munoz (media .500 nel primo weekend) e dell'interbase Gomez (.417, ma anche 5 errori), unita alla verve di un gruppo di giovani ormai sulla strada dell'affermazione definitiva come Zileri, De Simoni, Bertagnon e Scalera. Zileri, in particolare, protagonista assoluto di gara2, quando pochi minuti dopo aver battuto un fuoricampo è salito sul monte per salvare una partita ottimamente condotta per sette riprese da Michael Natale, sicuramente il più interessante fra i nuovi lanciatori dell'Italian Baseball League, che domenica sarà protagonista di una imperdibile sfida contro il bolognese Cody Cillo. n

n

nIl Parma si è rafforzato quest'anno con gli arrivi dell'interno Garcia Bellizzi, del forte ricevitore dominicano Pascual Matos e del lanciatore venezuelano Josmir Romero, che formerà coppia con Ortiz, ma ha perso l'italo-cubano Laidel Chapelli, oltre a Macaluso, Saccardi e Comelli. A disposizione di Gibo Gerali anche il fratello Michele e il gradito ritorno di Ettore Finetti, che con i confermati Vasini e Biagini e i giovani Fanfoni e Biasetti formano un "backup" di tutto rispetto. Sul monte l'addio di Toriaco e Di Roma, ma anche gli arrivi di Natale e Bazzarini, oltre a Salsi, Corradini e il giovane Mori, che quest'anno potrà avere maggior spazio. n

n

nIn casa biancoblu, confermati i tre pitcher partenti del primo weekend, quindi Jesus Matos lancerà nella gara di venerdì, Betto in quella di sabato (gara3) e Cillo in quella di domenica (gara2). Il dominicano potrà rifarsi della prova sfortunata di venerdì scorso: il primo ad esserne convinto è proprio il suo Manager, Marco Nanni, che non considera negativa la prova del suo lanciatore, nonostante i quattro punti subiti, anche se il pubblico era abituato, con Matos in pedana, a vedere 10 strikeout e pochi arrivi in base degli avversari. Da valutare in giornata le condizioni di capitan Frignani, che ha avuto un piccolo problema in settimana, mentre è pienamente recuperato Francesco Alaimo, per il quale si avvicina il momento dell'esordio in serie A1. Marco Nanni ha potuto osservarlo nell'ultima settimana. Il ragazzo si è allenato "forte", proprio come piace al Manager biancoblu. Non è ancora sciolta la riserva su chi riceverà (fra Gasparri e Angrisano) in gara1, e di conseguenza nelle altre due gare. Per il resto, l'assetto della squadra in campo sarà sostanzialmente confermato rispetto al primo weekend di campionato. n

n

Commenta per primo

Lascia un commento