A Taiwan, “impatto internazionale” dei giocatori olandesi

Oranges in grande evidenza alla Chinese Professional Baseball League: il lanciatore Cordemans vince e sfiora lo shut-out con i Lions, mentre Coffie guida i Cobras in attacco

Sui quotidiani di Taiwan, subito dopo il sensazionale esordio del lanciatore olandese Rob Cordemans nella Chinese Professional Baseball League, campeggiava in bella evidenza il titolo ‘International Impact”.
Nella partita disputata a Kaohsiung in casa dei campioni in carica LA New Bears, Cordemans (che quest’anno difende i colori bianco-arancio dei Uni-President Lions) ha infatti messo a segno quasi uno shut-out, reggendo fino all’ottava ripresa, con due eliminati. Cordemans ha effettuato 133 lanci, nonostante le insistenze del suo allenatore che voleva toglierlo dopo 100 lanci. L’olandese ha insistito per restare sul monte e assicurare la vittoria al suo debutto.
Poi il rilievo Tseng Yi-Cheng ha chiuso la ripresa e concesso con un punto al nono inning: 4-1 per i Lions e prima vittoria di Cordemans, nominato MVP della gara. Nella gara d’apertura la sua squadra era stata invece battuta 4-3. Lanciatore perdente il venezuelano Horacio Estrada, toccato duro con un fuoricampo da 2 punti del dominicano Tilson Brito nell’ottava ripresa.
Anche l’esterno olandese Ivanon Coffie ha contribuito in modo decisivo alla prima vittoria (7-1) dei Macoto Cobras grazie alle sue 3 valide e 2 punti battuti a casa. Il terzo olandese, in quel di Taiwan, Diegomar Markwell non è invece ancora stato schierato sul monte di lancio dei Macoto Cobras.
L”International Impact” sui giornali di Taiwan è ripreso anche negli articoli dedicati alle sue star nel baseball pro degli Stati Uniti. Come partente dei Los Angeles Dodgers, in un amichevole contro i New York Mets, era stato schierato il lanciatore Hong-chi Kuo. Per Kuo c’era attenzione straordinaria, perché in un controllo anti-doping era stato trovato positivo a Doha (Qatar), dove difendeva i colori nazionali durante le Asian Games.
In Major League sono 3 i lanciatori dal Taiwan (2 con i Dodgers, uno con gli Yankees) mentre nelle Minors ci sono altri 11 connazionali (4 con Red Sox, 3 con i Mariners, 2 con i Blue Jays, uno con Dodgers e Phillies).
Intanto domani lo stadio Taichung di Taipei, teatro della Coppa Intercontinentale 2006, vivrà un altro momento di ‘International impact”: la versione taiwanese del Tour de France, ovvero il Tour de Taiwan con 100 corridori. La tappa di domani partirà dallo stadio di baseball e dopo 15 giri di 6.6 chilometri tornerà allo stesso stadio per l’arrivo della quinta giornata.

Informazioni su Pim Van Nes 277 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.