Un weekend fantastico all´insegna della bagarre

La Caf ha disposto la continuazione di garatre tra Bologna e Nettuno, annullato lo 0-9 a tavolino. Volata Godo-Rimini per i play-off, che lotta tra Modena, Parma e San Marino per evitare la A2

Un weekend fantastico. Otto squadre su nove con il futuro in bilico, tutte con un obiettivo da raggiungere e decise a dare battaglia in ognuna delle dodici partite che si giocheranno. Da qualche anno a questa parte, infatti, il campionato è sempre più equilibrato ma stavolta siamo davvero al top: Nettuno e Bologna sicure dei play-off ma in lotta per il primo posto, soprattutto dopo che la Caf, proprio oggi, ha annullato lo 0-9 a tavolino di garatre dello scontro diretto al Falchi. Si riprenderà dunque dal momento dell’interruzione (probabilmente martedì sera, play-off rinviati?) con l´Italeri avanti 2-1, un uomo in seconda e un out per la Danesi al 6° inning. Grosseto invece è a una vittoria dalla post-season con una seppur infinitesima chance di superare le rivali in vetta o di restare fuori; Godo e Rimini a giocarsi l’ultima piazza per i play-off; Parma, Modena e San Marino in disperata lotta per evitare la retrocessione in A2 già toccata al pur valoroso Anzio.
Vediamo allora cosa si prospetta per il weekend, per una volta non analizzando le singole partite ma le squadre in lotta con lo stesso obiettivo.
PARMA-SAN MARINO-MODENA – Il 3-0 della T&A sul Ceci&Negri e il 2-1 della Comcor sull’Italeri hanno rimescolato in maniera clamorosa la lotta per la salvezza, portando le tre protagoniste assolutamente alla pari, sia come classifica, sia negli scontri diretti, che sono tutto sul 3-3. Se dunque si verificherà una parità a due o tre squadre, si dovà guardare al confronto con la squadra che occupa il gradino superiore in classifica.
Da questo punto di vista il vantaggio è tutto del Parma, mentre a star peggio è il Modena. Il perché è presto detto: il Ceci&Negri, infatti, ha 3-3 con Godo e 3-3 con Rimini, la T&A ha 3-3 con Godo e 2-4 con Rimini, la Comcor ha un momentaneo 1-2 con Godo e 1-5 con Rimini (2-4 invece per tutte con il Grosseto). Detto che il Modena potrebbe sempre vincerne tre con la De Angelis e andare sul 4-2, ma per trovare una parità a tre anche Parma e San Marino dovrebbero centrare la tripletta (ipotesi possibile ma decisamente improponibile), è evidente che in caso di parità la Ceci&Negri è sempre salva, la Comcor è sempre retrocessa e la T&A retrocede solo se arriva insieme al Parma e dietro al Modena.
Fin qui i numeri. La realtà del campo, invece, capovolge i pronostici. I canarini infatti sono in forma, caricatissimi dalla doppietta col Bologna e hanno di fronte l’avversario più malleabile dei tre, il Godo. I titani sono altrettanto lanciati dalla prima tripletta stagionale, hanno già dimostrato di sapersi esaltare quando c’è qualcosa in palio vincendo Coppa Italia e Coppa dei Campioni, e devono sfidare un’Italeri che non sembra essere nel suo migliore momento. I ducali, invece, hanno l’avversario più ostico, un Nettuno che ha vinto cinque delle ultime sei partite, e soprattutto hanno fatto vedere proprio col San Marino di soffrire terribilmente la tensione e l’importanza di una posta in palio così importante come la salvezza. Ragazzi, che lotta…
GODO-RIMINI – Anche qui il discorso è abbastanza articolato. Da una parte ci sono i numeri, che favoriscono nettamente la De Angelis, visto il 4-2 nel confronto diretto con la Telemarket, dall’altra il campo. Il Godo infatti dovrà fare i conti con le fortissime motivazioni del Modena, con l’assenza del suo bomber Sherrod e il calo di forma del pitcher Skaggs (tre sconfitte consecutive per i ravennati in garauno, l’esatto contrario della Comcor che le ha vinte tutte). Le certezze arrivano da Mura, punto di forza principale, ma anche Cillo sarà una pedina chiave.
Rimini invece, sfruttando il turno di riposo, ha potuto prepararsi bene a questa ultima e decisiva trasferta di Grosseto, dove una tripletta le regalerebbe matematicamente i play-off, ma una sola vittoria la quasi certa eliminazione. I punti interrogativi arrivano da un line-up in difficoltà per tutta la stagione e da un monte di lancio costretto a non sbagliare nulla. Un piccolo vantaggio invece potrebbe essere un Grosseto demotivato in garatre nel caso la situazione fosse sull’1-1 (i maremmani sarebbero definitivamente terzi).
GROSSETO – Va fuori dai play-off solo se perde tre partite col Rimini e contemporaneamente il Godo ne vince tre a Modena. Improponibile. Arriva primo solo se fa la tripletta e la coppia Nettuno-Bologna le perde tutte (decisivo l’1-5 con i laziali nello scontro diretto). Secondo, solo se fa l’en-plein e Italeri o Danesi vanno in bianco. Insomma, al 90% chiuderà terzo, anche se il nuovo recupero di Bologna-Nettuno è un’incognita particolare.
BOLOGNA-NETTUNO – Adesso è proprio bagarre. La Caf ha deciso che garatre del 15 luglio è da portare a termine. Niente 9-0 per la Danesi e quindi al momento Italeri con una vittoria di vantaggio in classifica e 3-2 negli scontri diretti. Di certo in quella partita il Nettuno dovrà recuperare l´1-2 al 6° con un uomo in seconda e un out. Per adesso dunque resta l’ultima giornata, in cui le due regine dovranno misurarsi con la ‘disperazione” di San Marino e Parma. Qualche piccola preferenza ce l’aveva la Danesi, non fosse altro per il potenziale vantaggio negli scontri diretti col Grosseto se si dovesse arrivare in parità e col 3-3, ma ora è tutto da vedere e soprattutto da giocare, anche oltre il weekend.
Ragazzi, che finale. Mancava solo questa…

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.