Parma lancia l´assalto alle quattro regine

Rimini, Nettuno, Grosseto e Bologna ai play-off? Il weekend dello Jannella chiarirà le idee sulle chance del Ceci&Negri. Ma attenzione alla riscossa della lanciatissima T&A San Marino…

Si ricomincia. Il trionfo della T&A in Coppa dei Campioni, corredato da tre squadre in semifinale, ha rilanciato notevolmente il baseball italiano, ridimensionando per una volta il batti e corri olandese, mai escluso dalle prime quattro. L’equilibrio esasperato che ha contraddistinto il girone d’andata di campionato si è rivelato dunque un ottimo ‘allenamento” per San Marino, Grosseto e Bologna, che fra l’altro hanno dovuto rinunciare a due stranieri. Adesso si riparte e la seconda parte di stagione si prennuncia davvero entusiasmante. La lotta ai play-off è di fatto aperta ad ogni soluzione: se è vero che Rimini, Nettuno, Bologna e Grosseto sembrano le quattro favorite, non si può certo escludere a priori un rientro del Parma, o perché no del San Marino, che adesso ha cominciato a viaggiare col vento in poppa e potrebbe essere l’outsider del girone di ritorno. Senza dimenticare che Godo e Modena sono attaccate alle ‘grandi” e hanno già dimostrato di poter sorprendere tutti. Più verosimilmente il poker di squadre al comando ha ottime chance di centrare la post-season, con Ceci&Negri e T&A a cercare di rompere le uova nel paniere, mentre De Angelis e Comcor si giocheranno la salvezza, con l’Anzio a tentare una rimonta comunque non impossibile.
Detto questo, le prime risposte arriveranno già da stasera. La sfida tra Grosseto e Parma, infatti, farà subito vedere se i ducali possono davvero puntare ai play-off. L’occasione è buona, perché i maremmani saranno ancora un po’ scossi dalla sconfitta di Coppa dei Campioni, sicuramente inattesa, soprattutto una volta conquistata la finale davanti al proprio pubblico e contro i titani. Sarà più importante la voglia di riscatto della squadra di Mazzotti o la maggior freschezza fisica e psicologica di quella ducale?
A guardare tutti dall’alto è la Telemarket, che ha chiuso in perfetta media 2/3 il girone d’andata: sei 2-1, un 3-0 e un 1-2 il ruolino dei Pirati, che anche a livello scontri diretti si sono messi i posizione privilegiata. La lunga sosta poi ha sicuramente fatto bene alla capolista, che ha sempre dovuto fare i conti con mille acciacchi, Marchesano in primis. Si riparte col Godo, che già all’andata seppe strappare una partita ai riminesi e che si è poi ripetuto con ogni avversario. Il punto debole ravennate è stata la partita dell’americano, mai vinta in otto tentativi. Per questo la società ha tagliato Hamilton per Skaggs, che è arrivato in Italia proprio ieri pronto al debutto allo Stadio dei Pirati. Se si rivelerà la scelta giusta la salvezza sarà in cassaforte.
Test importante anche per il Nettuno, che sarà di scena a Modena. La squadra di Bagialemani ha chiuso con l’inopinato 1-2 contro Anzio e avrà sicuramente sfruttato lo stop per rinsaldare le fila e ripartire col piede giusto. Cosa che avrà fatto anche la Comcor, che comunque dopo lo 0-3 di Rimini si era già riscattata contro Bologna. Di sicuro sarà un trittico molto equilibrato e combattuto.
Stesso copione ad Anzio, dove si giocano tre partite fondamentali per la corsa salvezza. La squadra laziale infatti deve assolutamente ripetere l’exploit piazzato contro i cugini della Danesi, ma dovrà fare i conti con l’avversaria più in forma del momento. La T&A infatti dopo aver chiuso l’andata con lo 0-3 casalingo con Parma, ha ritrovato se stessa in Coppa dei Campioni, festeggiando un’impresa storica con una settimana perfetta. Che è poi proseguita nel recupero di martedì a Bologna, dove i titani hanno sfruttato l’onda lunga dell’entusiasmo per cominciare la riscossa anche in campionato. Scintille assicurate.
Chiusura d’obbligo con i pronostici: Rimini-Godo 2-1, Grosseto-Parma 2-1, Anzio-San Marino 1-2, Modena-Nettuno 1-2. Un po’ scontati lo so…

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.