E adesso si fa sul serio

Bologna-Rimini e Grosseto-San Marino valgono i play-off, Anzio-Godo è già uno spareggio salvezza, il Parma perde per infortunio Montes

Si comincia a fare sul serio. Dopo il grande equilibrio e le sorprese della prima giornata, è il momento delle verifiche e dei primi scontri diretti. Vetrina d’obbligo per il debutto dei campioni d’Italia dell’Italeri, che apriranno la loro stagione al Falchi nell’anticipo tv contro il Rimini, serie che proseguirà poi allo Stadio dei Pirati. Un battesimo del fuoco, quindi, per il nuovo corso bolognese del dopo Mazzotti, Cretis e Rigoli. Si parte con Bazzarini, simbolo del ricambio generazionale sul monte, antipasto della certezza più importante, Matos. L’ossatura della squadra non è cambiata e quindi è legittimo pensare ad un’altra stagione di vertice. Lo stesso obiettivo della Telemarket, che ha subito lasciato per strada una vittoria preziosa. Del resto i Pirati hanno riabbracciato Marchesano solo in settimana e hanno pagato la sua assenza nelle rotazioni di garatre. Non ci saranno ancora Lucca e Garcia Bellizzi, per cui qualche scompenso difensivo potrebbe creare problemi, anche se l’entusiasmo dell’emergente Buda ha già tolto qualche castagna dal fuoco a Mike Romano.
Debutto casalingo per il Grosseto di Mazzotti, che ha già qualcosa da farsi perdonare dopo le due sconfitte dell’Europeo. E non sarà un weekend qualunque per i maremmani, che affronteranno proprio quel San Marino artefice della bruciante eliminazione dai play-off della scorsa stagione. Le Colonie potranno contare sulla voglia di riscatto di Navarro, su un De Santis già in forma e su un solido Oberto, mentre la T&A avrà proprio sul monte di lancio il punto debole. Intanto perché Figueroa non sarà a disposizione nemmeno stavolta, e poi perché Casseri e Martignoni non sono stati certo impeccabili con l’Anzio, facendo capire che un partente di spessore in più non sarebbe male per puntare al bersaglio grosso.
Un Modena colorato di Marrone prova a sorprendere anche il Parma, che ha strappato due vittorie preziosissime al Grosseto e senza troppi proclami potrebbe essere l’outsider più pericoloso per i play-off. Di certo non ci voleva l'infortunio di Montes, che sarà costretto ad essere operato: per lui stagione finita e taglio in vista. Sul monte nel weekend Di Roma, Toriaco e Corradini. I canarini invece hanno tenuto bene a Nettuno, strappando garatre con la grande prova sul monte del nuovo pitcher oriundo. Visto l’equilibrio del campionato, ogni partita è importante e le due emiliane non vogliono lasciare niente al caso.
Chiude il programma Anzio-Godo, che è già uno spareggio salvezza. Le due matricole hanno onorato il debutto con una vittoria pesante contro San Marino e Rimini, rischiando seriamente di portarne a casa due. Tanto per far capire che quest’anno di squadre materasso non ce n’è nemmeno una: Sangilbert e Hamilton hanno destato un’ottima impressione, così come i rilievi Romero e Florian. E pooi Richetti e Rodà da una parte, Mura e Cillo dall’altra possono giocarsela con tutti.
E il Nettuno? Si riposa e si allena, perché tra una settimana ospiterà i campioni d’Italia.

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.