Aspettando Barry Bonds…

I San Francisco Giants attendono con ansia il forte slugger che vive però un momento particolare della sua carriera: prima annuncia il ritiro poi dice che proseguirà, ginocchio permettendo

Si ritira o non si ritira? L'unica certezza, in questo momento, è che i San Francisco Giants attendono Barry Bonds a braccia aperte in Arizona per rivederlo all’opera negli spring-training. Con il suo allenatore Felipe Alou in prima fila.
Tutto ciò accadrà forse domani, quando ogni dubbio verrà sciolto e l’umorale Bonds avrà forse le idee più chiare sul proprio futuro. Lo slugger californiano è infatti stato al centro dell’attenzione negli ultimi giorni in una continua altalena di contrastanti dichiarazioni rilasciate ai media, in bilico tra la possibilità di ritirarsi e di proseguire con i suoi amati Giants, ginocchio permettendo.
Tutto è iniziato domenica scorsa quando Bonds, 42 anni il 24 luglio prossimo, ha annunciato al sito web del quotidiano USA TODAY di volersi ritirare alla fine della stagione 2006 anche nel caso in cui non fosse riuscito a battere i 48 fuoricampo che gli mancano per superare il record assoluto di homerun nelle Majors (755 di Hank Aaron). Ha detto che il baseball non lo divertiva più, lo avevano stancato le tante stupidaggine dell’ambiente. Preferiva disputare il campionato 2006, possibilmente vincerlo, ed una volta terminato dedicarsi alla casa e alla famiglia.
Poche ore dopo, dall’esterno dei Giants, arriva la smentita. La conversazione, contenente l’annuncio del possibile ritiro, era legato a detta del giocatore esclusivamente ad un stato d’animo in un particolare momento. Con un ulteriore precisazione: giocherò anche nel 2007 se il mio ginocchio, già sottoposto a vari interventi chirurgici, me lo permetterà.
E così adesso allo Scottsdale Stadium tutti i compagni di squadra lo aspettano fiduciosi.
Nessuna speranza invece per la squadra USA impegnata tra poche settimane al World Baseball Classic. Bonds aveva detto si, ma il 24 gennaio aveva cambiato idea.
‘Non voglio farlo. Andiamo, il WBC non è l’Olimpiade. A chi interessa? Andrò al lavoro come ogni altro cittadino americano”.
Nel 2005, Bonds aveva saltato gran parte dello spring-training e quasi 5 mesi di regular-season, disputando solo 14 partite (tutte a settembre) e battendo 5 fuoricampo. Era stato sottoposto a ben 3 operazioni al ginocchio destro, due per lesione al menisco ed una per eliminare una grave infezione batterica.
Alla fine del 2006, scadrà l’accordo pluriennale da 18 milioni di dollari con i Giants e Bonds sarà un free agent.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.