L’Italia cala i suoi assi per il World Baseball Classic

Diramato il roster provvisorio di 60 giocatori da cui nascerà la nazionale per l’evento mondiale del prossimo marzo – Liverziani torna in azzurro dopo un anno

Manca Cuba, ma tutte le altre quindici nazioni hanno presentato i roster provvisori. C’è soprattutto l’Italia, espressione di un movimento che smania di fare il definitivo salto di qualità e vuole utilizzare il World Baseball Classi per tentare di lasciarsi alle spalle anni di limitata visibilità. Un’Italia nuova, insolita, mai vista prima d’ora, che ha svelato finalmente i suoi magnifici azzurri che dovranno poi ridursi, volenti o nolenti, a 30 (di cui 13 lanciatori), pochi giorni prima del debutto al WBC, previsto per il 7 marzo.
Per lo storico appuntamento mondiale, che si terrà negli USA, in Giappone e Portorico e a cui prenderanno parte per la prima volta 394 atleti sotto contratto con le Majors, lo staff tecnico azzurro ha inserito 60 giocatori, un elenco questo che non presenta particolari sorprese rispetto alle prime indicazioni di dicembre, quando fu diramata la lista dei ‘big leaguers” che avevano deciso di giocare per la loro nazione di origine.
Giampiero Faraone, Matt Galante, John Franco, Mauro Mazzotti, Jim Mansilla e Gary Di Sarcina avranno a disposizione stelle di prima grandezza tra cui Mike Piazza (13 anni nelle Majors, ex-ricevitore dei New York Mets attualmente in cerca di una sistemazione), Frank Catalanotto (esterno dei Toronto Blue Jays), Mike Di Felice (ricevitore dei New York Mets), Matt Mantei (lanciatore dei Detroit Tigers).
Al gruppo di campioni si sono aggiunti il seconda base italo venezuelano degli Oakland Athletics, Marco Scutaro, e Ron Villone, lanciatore mancino appena approdato ai New York Yankees. Di questa primo roster allargato fanno parte anche vecchie conoscenze come Jason Grilli (giocò la Coppa Coppe con la Fiorentina), lanciatore che fa l’altalena tra la Major League ed il triplo A con i Detroit Tigers; Kasey Olenberger (ex Parma), lanciatore dei Los Angeles Angels in doppio A e Mike Marchesano, che ha giocato nel Rimini e nell’Italia di Atene 2004.
Nonostante sia stato inserito tra i sessanta, ancora in dubbio Jason Simontacchi, star del Rimini e della Nazionale ai giochi di Sydney, convalescente dopo un infortunio. Il resto della rosa è composto dagli atleti della nazionale seniores che parteciperà alla Coppa Intercontinentale a Taiwan, a cominciare dal capitano Claudio Liverziani, miglior battitore di scuola italiana nel 2005, rientrato nel gruppo dopo un anno di pausa.
Starà adesso ai tecnici – che potranno visionare i giocatori nel corso di uno spring training organizzato a Lakeland, in Florida – scegliere i giocatori migliori per cercare di portare l’Italia al secondo turno del World Baseball Classic.
L’Italia è stata inserita nel girone D insieme ad Australia, Venezuela e Repubblica Dominicana e giocherà nell’ordine con le tre formazioni il 7, l’8 ed il 9 marzo al Cracker Jack Stadium di Orlando, in Florida, nel complesso sportivo di Disney World.


Ecco la lista completa dei 60 giocatori candidati a vestire la maglia azzurra.


Lanciatori: Phil Barzilla (Houston Astros), Marc Cerbone (Prink Grosseto), Riccardo De Santis (Prink Grosseto), Lenny Di Nardo (Boston), Tony Fiore (Detroit Tigers), Mike Gallo (Houston), Jason Grilli (Detroit), Todd Incantalupo (Italeri Bologna), Marc La Macchia (Texas), Alessandro Maestri (Chicago Cubs), John Mangieri (T&A San Marino), Matt Mantei (Detroit Tigers), Mike Marchesano, Nick Mantioni (Philadelphia Phillies), Dan Miceli (Tampa Bay), Fabio Milano (Italeri Bologna), Greg Montalbano, Giuseppe Norrito (Los Angeles Dodgers), Orlando Oberto (Prink Grosseto), Kasey Olenberger (Los Angeles Angels), Sandy Patrone (Telemarket Rimini), Brady Raggio, David Rollandini (Prink Grosseto), Mattia Salsi (Ceci & Negri Parma), Jason Simontacchi, Ron Villone (New York Yankees).
Ricevitori: Luca Bischeri (Prink Grosseto), Matt Ceriani (Caffe' Danesi Nettuno), Mike Di Felice (Washington Nationals), Thomas Gregorio (Seattle), Mike Piazza.
Interni: Vito Chiaravalotti (Toronto), Davide Dallospedale (Bologna), Max De Biase (Trieste), Mark De Rosa (Texas), Tony Giarratano (Detroit), Seth Lafera (Ceci & Negri Parma), Claudio Liverziani (Italeri Bologna), Giuseppe Mazzanti (Caffe' Nettuno), Frank Menechino (Cincinnati Reds), Ivan Naccarata (New York Mets), Giovanni Pantaleoni (Italeri Bologna), Jay Pecci, Jairo Ramos Gizzi (Grosseto), Mark Saccomanno (Houston), Jack Santora, Igor Schiavetti (Nettuno), Marco Scutaro (Oakland), Vincent Sinfisi (Texas), Joe Vitello.
Esterni: James Buccheri (Telemarket Rimini), Frank Candela (Caffe' Danesi Nettuno), Frank Catalanotto (Toronto Blue Jays), Mario Chiarini (Telemarket Rimini), David Dellucci (Texas), Dustin Delucchi (San Diego), Gabriele Ermini (Prink Grosseto), Gino Lollio (Prink Grosseto), Valentino Pascucci, Peter Zoccolillo.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.