Carpenter brinda alla diciannovesima vittoria stagionale

Il forte lanciatore di St. Louis continua a trascinare la squadra verso la conquista del pennant – In tutte le altre Division si scatena la caccia alla post-season e alla “wild card”

Con la partita di stanotte (6-1 di St.Louis contro i Marlins), Chris Carpenter si è confermato leader indiscusso dei lanciatori di tutta la Majors nella classifica delle vittorie stagionali (19 contro le 18 di Willis, le 17 di Colon e le 16 di Garland), e secondo solo a Roger Clemens in quella della media punti guadgnati (1.51 per il lanciatore di Houston contro il 2.29 dell'asso dei Cardinals).
A questo punto la squadra del Missouri, conquistato virtualmente il ‘pennant” della Central Division con 15 partite di vantaggio su Houston, attende i play-offs per cercare di migliorare il record della scorsa stagione (105 vittorie e 57 sconfitte al termine della regular season).
Sempre nella National League, Atlanta continua ad essere al comando della East Division, sicuramente la più entusiasmante di tutta la Grande Lega considerato che in sette partite ci sono tutte e cinque le franchigie che la compongono e proprio in questi giorni si svolgeranno i confronti diretti decisivi sia per la conquista del ‘pennant” che per la Wild Card.
Nella lotta al ‘posto di riserva” per la qualificazione ai play-off infatti continuano a battersi gomito a gomito Philadelphia (attualmente in testa), Florida (ad una partita di distanza), Houston, New York (ad una partita e mezzo) e Washington a due partite e mezzo.
La West Division al momento appare la più debole: in testa c’è San Diego, con Arizona e Los Angeles a quattro partite e mezzo di distanza, che detiene un record stagionale di 64 vinte e 66 perse che in qualunque altro raggruppamento la terrebbe lontano dalla vetta.
Nella American League continuano ad entusiasmare le lotte nella East Division, con i Red Sox avanti di una gara e mezzo sui rivali storici di New York, e nella West Division con Oakland che ha recentemente sorpassato gli Angels in testa al girone.
Proprio su quest’ultima sfida si accenderanno i riflettori a partire da stanotte quando le due squadre si fronteggeranno ad Anaheim per una mini-serie da tre match, l’ultima in programma a Los Angeles.
Nella Central Division, i giochi sembrava ormai fatti per i White Sox che nonostante il terribile mese di agosto (solo 11 vittorie e ben 14 sconfitte) mantengono comunque un discreto vantaggio su Cleveland.
Gli Indians dal canto loro sono la formazione più “in palla” insieme agli Yankees e, proprio insieme a New York, si stanno giocando l’accesso alle post-season grazie alla wild card. In questa classifica la squadra di Joe Torre, che in agosto ha ritrovato un Jason Giambi in condizioni eccellenti, è leggermente favorita con “The Tribe” indietro di una partita insieme agli Angels.
A poco più di un mese dal termine della regular season (il 2 ottobre è prevista l’ultima gara di campionato) e con circa 31 partite ancora da disputare, l”hunt for October” è ancora aperta e, c’è da esserne sicuri, queste ultime sfide ci regaleranno senz’altro sorprese ed emozioni a non finire.

Informazioni su Andrea Tolla 511 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.