Il Grosseto tenta la rimonta, Parma difende il quarto posto

Scontro per la salvezza tra Palfinger Reggio Emilia e Acegas Trieste, T&A San Marino e Danesi Nettuno cercano di mettere fieno in cascina.

Due scontri al vertice di capitale importanza caratterizzano questa seconda giornata di ritorno: il Prink Grosseto fa visita all'Italeri Bologna e la Ceci & Negri Parma ospita la Telemarket Rimini. Grosseto ha un girone di ritorno in cui ogni partita è una sorta di ultima spiaggia visto il ritardo di ben 4 partite dalla quarta in classifica e in questo week end deve ribaltare la doppietta subita in casa dai felsinei all'andata. L'arrivo di Cerbone ha rimpolpato un monte di lancio di ottimo livello ma ridotto numericamente all'osso. Questo forse è l'unico vantaggio, dei maremmani sugli uomini di Mazzotti: il rendimento statistico per il resto parla in toto a favore di Bologna che al momento ha il miglior attacco del campionato ed anche una difesa che ha commesso meno errori (38 a 45) nonostante Grosseto abbia tre partite in meno: Grosseto è la squadra con la peggior differenza tra punti subiti e punti guadagnati, segno che oltretutto gli errori sono stati pesanti. Bologna ha la carta Cerchiè da giocare praticamente a sorpresa, visto il suo scarso impiego, e dato che si tratterà probabilmente di partite chiuse potrebbe essere una carta importante, in un senso o nell'altro. Infine Mazzotti è il manager che ha usato di più il gioco sulle basi con ben 42 rubate e i ricevitori di Grosseto sono tra i peggiori a tenere il gioco sulle basi con un misero 18% di colti rubando e anche questo in partite chiuse potrebbe risultare determinante.
Parma proverà a difendere il suo quarto posto dall'attacco del Rimini affidandosi come al solito alla profondità del suo monte di lancio, opposto all'attacco dei Pirati che al momento non sta certo girando a mille: le due formazioni hanno un attacco medio come rendimento complessivo (quarta e sesta in media OPS con 705 e 702) e si differenziano praticamente solo per le basi rubate (35 Rimini, 23 Parma): ma in questo caso dietro il piatto ci sarà Pinto, che ha una media di colti rubando intorno al 40% e quindi questa caratteristica Rimini non potrà sfruttarla in libertà. Sul monte di lancio ed in difesa la differenza è più netta: Parma ha il terzo monte per media pgl con 2.51, Rimini il settimo con 3.41 e, con le prestazioni di Castro in netto calo, forse la differenza è ancora più marcata. Anche in difesa abbiamo due rendimenti opposti: Rimini ha la terzultima difesa del campionato con 52 errori, Parma è la migliore con 27. Sulla carta sembra non ci siano chance per gli uomini di Romano, ma Chiarini sta recuperando e l'attacco di Rimini potenzialmente vale molto di più dei numeri fin qui prodotti.
Facciamo un salto in coda al campionato e analizziamo lo scontro, tra Palfinger Reggio Emilia e Acegas Trieste: l'effetto Massellucci sembra essere svanito a Bologna per Trieste, ma oggettivamente non era pensabile che in una settimana il manager della PO riuscisse in un miracolo. Per Trieste ci vorrebbe una tripletta ma il rendimento dei suoi lanciatori stranieri (Sena 4.02 di pgl, Soler 5.28) non permette sogni in gara 1 contro la coppia Heredia () Villalon ().
D'altro canto nelle altre due gare può accadere di tutto, visto il rendimento alterno dei partenti italiani di entrambe le squadre e le difese entrambe un po' precarie ma con quella di Trieste decisamente messa peggio (72 errori a 53). In attacco entrambe le squadre sono tra le ultime del campionato con lo stesso numero di punti segnati (88): probabilmente vincerà chi farà meno errori e batterà al momento giusto.
Negli ultimi due scontri la T&A San Marino se la vedrà con i Warriors Paternò mentre la Fiume Modena affronterà in casa la Danesi Nettuno. San Marino deve mettere fieno in cascina in attesa degli scontri diretti,cercando di far pesare il suo attacco, nettamente superiore ma in calo di rendimento, a fronte di un assoluto equilibrio sul monte di lancio: 2.98 di media pgl per la squadra del Titano contro 3.32 dei siciliani.
Modena ha un monte nettamente inferiore a quello di Nettuno (4.26 di mgpl contro 2.94) specie nel reparto rilievi, ma ha sempre la carta Ventura in gara1 che più di una volta gli ha tolto le castagne dal fuoco. Bisognerà vedere se l'eterno Cipriano riuscirà a fermare il secondo attacco del campionato (709 di media OPS) perché Sanchez Lopez, miglior lanciatore per media battuta concessa agli avversari con 160, qualcosa potrebbe concedere ad un attacco tra gli ultimi in media OPS ma terzo per fuoricampo e basi rubate.

Avatar
Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.