Cretis: “Non ci siamo per niente arresi”

Il lanciatore di Bologna suona la carica dopo la vittoria in gara 5. Mazzotti: “La pioggia rischia di falsare la serie”. Badii: “A casa nostra sarà più bello…”

Rolando Cretis intasca l'ennesima vittoria della sua luminosa carriera e si prepara a dare ancora il suo contributo prima della fine della stagione: "Ho fatto solo 65 lanci e non mi sento affatto stanco" ha detto il recordman delle vittorie trai lanciatori in attività "Se Mauro Mazzotti avrà bisogno di me, mi metterò a sua completa disposizione".
Cretis ha rivisto con noi la partita, partendo dalla ovvia considerazione che il vantaggio di 6-0 dopo un inning gli ha permesso di lavorare in tranquillità: "In una situazione del genere un lanciatore si sente più tranquillo, mi sembra naturale. A noi serviva una buona prestazione per allungare la serie e giocarci poi le nostre possibilità a Grosseto. Nessuno di noi si è arreso, credo si sia capito in campo, dove l'Italeri ha mostrato una certa determinazione".
I cambi di ritmo sono stati il tuo segreto: "Contro un line up del genere è fondamentale mischiare le carte. Ci sono riuscito parzialmente, visto che qualche buon contatto loro lo hanno fatto. Ma sono gli incerti del mestiere".
Il manager bolognese Mauro Mazzotti annuncia subito che il partente di gara 6 sarà Cerbone e poi accetta di commentare la clamorosa esclusione di Solano dal line up: "Fausto non sta giocando bene e non è che in questa fase della stagione ci sia tanto tempo per aspettare nessuno. Ho un'alternativa e ho deciso di utilizzarla. Se ho preso un rischio? Diciamo di sì, ma per ora mi è andata bene".
Mazzotti ha recriminazioni da fare sul maltempo: "Purtroppo la pioggia rischia di cambiare il volto della serie. I giorni di riposo aumentano e questo rischia di cambiare le carte in tavola".

I volti scuri predominano naturalmente dalla parte della Prink. David Rollandini transita silenzioso e poco voglioso di commentare quel che è successo.
Il manager Pedro Medina annuncia che Riccardo De Santis sarà il partente di sabato sera a Grosseto e si lascia sfuggire un telegrafico commento sulla partita: "Tu dici che abbiamo avuto una brutta serata? Io dico che ti sbagli: è stata bruttissima".
Non ha perso il sorriso Niccolò Badii, che fa il pieno di complimenti per la sua prestazione: "Siamo stati anche un po' sfortunati" attacca il giovane lanciatore "Pronti via, ed eravamo sotto di 6 punti. Poi ha cominciato a piovere e a quel punto rimontare diventava difficile".
In pedana sei riuscito a tenere comunque la squadra in partita. Come? "Tirando strike. E tenendo la palla bassa. Da quel che ho visto dal bull pen, Rollandini ha avuto esattamente il problema contrario, non riusciva a centrare la zona".
E adesso cosa succede? "Succede che sarà più bello domani, a casa nostra…"

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.