St. Louis e Houston, adesso tocca a voi!

Al via stanotte anche il primo match di finale della National League – Lanciatori partenti Backe per gli Astros e Williams (nativo di Houston) per i Cards

Stanotte le porte del Busch Stadium si spalancheranno ed avrà ufficialmente inizio la sfida che dovrà designare quale delle due formazioni in campo, i St. Louis Cardinals di Tony La Russa e gli Houston Astros di Phil Garner, rappresenterà la National League alle ormai prossime World Series.
Ad influenzare l’esito dell’incerto duello, sulla distanza delle 7 partite, potrebbero essere i due manager con il proprio comportamento, l’esperienza ed il carisma, elementi di spicco di due personaggi vincenti.
Da una parte Phil Garner, l’uomo della trasformazione di Houston: una volta presi per mano, gli Astros hanno letteralmente spiccato il volo verso i play-offs con un travolgente finale di regular season. Ed inevitabile è stato il paragone con quanto accaduto l’anno scorso a Jack McKeon con i Florida Marlins che si sono fregiati addirittura del titolo nazionale.
Dall’altra Tony La Russa, manager di origine siciliane dei St. Louis Cardinals, unico allenatore di tutte le Majors con una laurea in tasca (in legge). Vince da 26 anni, prima a Chicago, poi ad Oakland, adesso a St. Louis, la squadra che ha fatto registrare il miglior record della stagione regolare con 105 vittorie e solo 57 sconfitte. La Russa tenterà per la nona volta a raggiungere l’agognato pendant.
I St. Louis Cardinals sono reduci dalla vittoria nelle Division Series sui Los Angeles Dodgers per 3-1. Possono contare su un campionissimo come Scott Rolen (124 punti battuti a casa e .358 di media battuta, ma alle prese con un leggero infortunio) sul miglior bull-pen delle Majors e su quel Tony Womack che è riconosciuto come uno dei più potenti lead-off.
Gli Houston Astros hanno avuto la vita un pò più dura riuscendo a battere gli Atlanta Braves lunedì notte nella quinta e decisiva gara. Houston ha così superato brillantemente la prima fase dei play-offs per la prima volta in 43 anni di storia. Al fianco di due assi come Roger Clemens e Roy Oswalt (per due volte schierati durante le Division Series), saranno Backe e Munro i partenti designati per i primi due incontri Eppoi ci sono ‘The Killer B's” ovvero Craig Biggio e Jeff Bagwell che hanno guidato gli Astros al successo (11 fuoricampo contro Atlanta). Carlos Beltran, acquistato a metà stagione dai Kansas City Royals, ha legnato duro 4 volte e batte .455 con 9 RBI. Lance Berkman batte .409, Craig Biggio .400 ed il terza base Morgan Ensberg .368.
Stanotte a St. Louis, per la gara d’apertura della National League Championship series, il primo lancio sarà effettuato da Brandon Backe per gli Astros e Woody Williams per i padroni di casa dei Cards. Strano destino quello del trentottenne Williams che dovrà affrontare la squadra della sua città natale. E chissà se all’Università di Houston, dove aveva cominciato la sua bella carriera nel baseball, faranno comunque il tifo per lui.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.