Torna Garciaparra ma Boston non brilla

Il Fenway lo omaggia con una standing ovation alla prima valida stagionale dopo un’assenza lunga 57 gare – Intanto gli A’s strappano agli Angels il primo posto in classifica della AL West

57 partite. Tante è stato costretto a saltarne Nomar Garciaparra a causa di una brutta tendinite al tallone di Achille. Non era stato per niente facile restare lontano dal diamante per un così lungo periodo di tempo, ma ieri, al rientro al Fenway Park (tutto esaurito) per la sua prima partita ufficiale della stagione, per l’interbase dei Bosox tutto è improvvisamente cambiato. I 35.000 del Fenway lo hanno salutato calorosamente all’ingresso in campo tributandogli anche una standing-ovation quando al primo turno del 2004 Garciaparra ha battuto subito valido a sinistra. Però non è bastato. I San Diego Padres hanno rovinato la festa ai Boston Red Sox superandoli per 8-1. Per 5 riprese Brian Lawrence è stato perfetto sul mound ed è sceso da vincente per l’ottava volta in concomitanza con la sospensione per pioggia al sesto inning (circa 2 ore e 20 di attesa, ultimo out dopo la mezzanotte dopo 5 ore totali). A segno con 3 valide Mark Loretta e Khalil Greene.
Con un pesantissimo 17-8 sui Cincinnati Reds, gli Oakland Athletics ottengono la quinta vittoria di fila ma soprattutto scippano agli Angels (sconfitti) il primato della AMERICAN LEAGUE West. Merito del grande slam di Damian Miller e del potente reparto offensivo capace di battere ben 22 hits, con ben 8 punti nei primi tre innngs sul malcapitato Acevedo. Vince Rich Harden (3-3) con 8 strike-outs in 5.1 riprese, fermo a quota 498 homerun Ken Griffey Jr.
Si accennava all’ennesimo stop degli Anaheim Angels, sconfitti seccamente in casa per 12-2 dai Milwaukee Brewers. 17 valide per gli ospiti che infliggono la quinta umiliazione consecutiva alla squadra di Scioscia. A nulla serve il quindicesimo fuoricampo di Vladimir Guerriero, mentre pesano sul successo dei Brewers i 3 punti battuti da Bill Hall e le 4 hits di Brady Clark.
Torna Derek Jeter ed i New York Yankees spiccano il volo incassando un utile 7-5 mercoledì notte contro i Colorado Rockies. Si tratta della dodicesima vittoria nell’Interleague per gli Yankees che sotto 5-0 sono riusciti a ribaltare il punteggio grazie ai fuoricampo appunto di Jeter (quello del sorpasso al settimo), Bernie Williams e Gary Sheffield. Venticinquesima salvezza per Mariano Rivera.
Dopo 10 innings, i Tampa Bay Devil Rays escono vittoriosi dal confronto con i San Francisco Giants grazie ad una valida di Jose Cruz Jr. con 2 out e basi cariche. E pensare che i Giants avevano pareggiato al nono con 2 punti con il pinch-hitter Michael Tucker e Duston Mohr.
Vittoria esterna per gli Houston Astros guidati da Wade Miller (3-0 sui Seattle Mariners). Jeff Kent porta a 24 il numero delle gare consecutive con almeno una valida ed eguaglia il record di squadra detenuto da Tony Eusebio nel 2000. Dopo il successo numero 319 di Roger Clemens, gli Astros hanno ottenuto anche il quinto shutout della stagione grazie ad un efficace terzo inning in cui hanno segnato grazie a Jeff Bagwell, Lance Berkman e Richard Hidalgo.
Anche i Philadelphia Phillies non sono da meno ed espugnano 13-10 il campo dei Chicago White Sox. Due fuoricampo per Bobby Abreu (al 1° e al 7°), uno anche per Jim Thome (il terzo nei 2 match), mentre Eric Milton vince per l’ottava volta. Ben 5 fuoricampo anche per i White Sox, 8 quindi in totale ieri, che aggiunti ai 9 di martedì stabiliscono il nuovo record per lo U.S. Cellular Field (17 homeruns in 2 gare).
Miguel Batista concede solo 4 valide ai Los Angeles Dodgers e piazza 8 strike-outs, permettendo ai Toronto Blue Jays di imporsi per 4-0. Ancora un fuoricampo per Howie Clark, il giorno dopo aver festeggiato il primo in Major League.
Devono digerire un pesante 8-1 i Florida Marlins ad opera dei Cleveland Indians, idem gli Arizona Diamondbacks che subiscono un 8-2 dai Baltimore Orioles (sul 2-2 Miguel Tejada batte il fuoricampo decisivo al 7° inning, Melvin Mora segna 4 punti).
Si mantengono saldamente in sella alla AL Central i Minnesota Twins dopo il 5-3 sui New York Mets. Johan Santana realizza 10 strike-outs, Joe Nathan ottiene la salvezza numero 16. Importante anche la lunga battuta di Jacque Jones che frutta ben 3 punti, emulato da Matthew LeCroy. Da segnalare il primo fuoricampo nelle Majors per Gerald Williams ed i 2 RBI di Mike Piazza.
Nonostante una lunga sospensione di circa 2 ore e mezza, a causa della pioggia, Craig Dingman celebra la sua prima vittoria in Major League regalando un bel 4-2 ai suoi Detroit Tigers sugli Atlanta Braves. Bis di fuoricampo per Detroit (Eric Munson e Carlos Guillen) ma anche per gli avversari di Atlanta (Chipper Jones ed Eli Marrero).
Nell’unica partita della NATIONAL LEAGUE, i St. Louis Cardinals vanno a strappare la vittoria sul diamante dei Chicago Cubs per 12-4. Edgar Renteria legna un grande slam a Mark Prior, Jim Edmonds colleziona due fuoricampo e 4 RBI, qualche scintilla in campo al quinto quando Derrek Lee viene quasi colpito da un lancio maligno di Matt Morris.
Rinviate, infine, per pioggia Texas Rangers – Pittsburgh Pirates e Kansas City Royals – Montreal Expos.

Informazioni su Filippo Fantasia 656 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.