Questa volta ai supplementari vince Parma

Il Ceci & Negri si impone a Modena (4-2) al decimo. Decisivo un doppio di Chapelli. La Fiume ha giocato senza Canate e Garcia

Il Ceci & Negri Parma esce con 2 vittorie dal “Torri” di Modena. Nel recupero di gara 1 la squadra di Catanoso si è infatti imposta 4-2 alla Fiume Costruzioni dopo un inning supplementare. La gara è stata nel segno dell'equilibrio come le 2 precedenti e si è chiusa con qualche rimpianto per Modena, che priva di Canate e Garcia Belizzi, usciti malconci da gara 1, non ha potuto dare il meglio di sè.

I due lanciatori stranieri hanno dominato la scena per 4 riprese. Parma al quinto è riuscita a prendere il sopravvento su Ventura. Parisi ha aperto con un singolo ed è arrivato in seconda sul sacrificio di Squarcia. Dopo la base a Illuminati, Caravita ha colpito un doppio per l'1-0 e La Fera ha toccato un singolo che è valso il secondo punto. Sul successivo tentativo di batti e corri, Modena ha chiuso con un doppio gioco.
Medina ha chiuso la sua giornata di lavoro come previsto dopo 5 riprese (7 strike out, 3 valide e 2 basi) e al suo posto è entrato Facchin, all'esordio in A1. Il nuovo venuto ha pagato lo scotto passando in base Munoz e concedendo 2 singoli a Laffi e Generali. Sulla rimbalzante di Roversi, Brambilla ha ottenuto il secondo out in terza ma non ha potuto evitare la segnatura di Munoz.
Il pareggio di Modena è arrivato al settimo. Facchin ha passato in base Benetti, che è avanzato in seconda su bunt di Righi. A questo punto Catanoso ha chiamato dal bull pen Mattia Salsi, che dopo aver fatto girare a vuoto 2 volte Tamburro ha riempito il conto e ha infine concesso un singolo. La successiva volata di Rosado ha portato a casa base Benetti.

Parma ha avuto le occasioni migliori per segnare, ma Benetti in terza ha fatto la differenza all'ottavo, dando il via ad un doppio gioco su battuta di Squarcia, e al nono, rubando letteralmente una valida a Brambilla. La gara è così arrivata ai supplementari, con Roberto Corradini per Parma e Orta per Modena in penda.

Il Ceci & Negri ha risolto la gara al decimo. Morelo ha guadagnato la base per ball ed è arrivato a casa base in scivolata sul doppio lungo la linea di foul a sinistra di Chapelli. Le successive volate di Vasini (subentrato a Balgera nelle riprese finali) e Parisi sono valse il quarto punto.
Al cambio campo Corradini ha colpito Malagoli. Sulla successiva rimbalzante di Rosado una splendida combinazione Morelo-La Fera ha dato il via ad un doppio gioco che ha spento definitivamente le velleità di rimonta della Fiume Costruzioni.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.