T&A corsara a Bologna

La formazione di Bindi si aggiudica la prima gara della stagione al “Falchi”

Garadue che è in realtà l’autentica ‘prima” per l’Italeri con il tricolore sul petto in questo campionato. I Bolognesi sfoggiano un’inedita ‘terza” casacca gialla, che sarà la tenuta delle pomeridiane per questa stagione.
Sul monte esordisce anche Stefano Bazzarini per i campioni d’Italia, mentre la T&A si affida ai lanci di Luca Martignoni.
Subito a segno gli ospiti, con McNamara, autore di un doppio, a casa su valida di Rovinelli, nonostante i tre successi personali nell’inning di Bazzarini.
Rigoli apre la seconda metà della prima ripresa con un doppio e arriva in terza per errore difensivo; segna poi il pareggio su volata di Dallospedale.
Ancora avanti i Titani al terzo, con Bissa, in base per ball, che avanza sull’out di Bautista e va in terza base per un balk addebitato al pitcher biancoblu, poi a segno su singolo a sinistra dell’inossidabile Gambuti. Il vantaggio si allunga alla ripresa successiva, grazie a un lungo solo-homer di Steven Rodriguez.
Durante il quinto inning, con due out e dopo due basi per ball consecutive, Mazzotti manda sul monte Cerbone, che chiude con un K.
Martignoni è intanto autore di una pregevole prestazione, sia per i lanci, sia per la concentrazione, che gli consente di cogliere fuori base due corridori, ben supportato da un diamante autore di due doppi giochi e un attacco che va ancora a segno nel sesto inning, con Colicchio, colpito dal lancio, che avanza in terza su singolo di Bissa e a casa su valida interna del terza base della T&A, McNamara. Al sesto, con uno fuori, Bindi dà la palla a Bianchi, che apre con sei eliminazioni consecutive, prima di concedere una base ball a Dallospedale e un singolo a seguire a Liverziani, ma la situazione è risolta dal terzo doppio gioco sammarinese della partita.
L’Italeri tenta la rimonta all’ultimo assalto, Frignani, colpito in apertura, è sostituito a correre da Breveglieri, Fontana, pinch hitter per Urueta, ottiene la base per ball e Bianchie è sostituito sul monte da Rovinelli, che concede la base ad Antigua. A basi piene, Sheldon tocca una volata di sacrificio a destra. Quello di Breveglieri è il secondo e ultimo punto bolognese dell’incontro, chiuso dall’ennesimo doppio gioco della T&A, che si aggiudica meritatamente l’opening game, su di una formazione bolognese poco incisiva in attacco.

Informazioni su Marco Landi 136 Articoli
Nato a Bologna nel 1965, è sposato con Barbara e papà di Riccardo (31/12/96, batte destro e tira mancino) e lavora da sempre nell'ambito della comunicazione.Dal 1993 al 2004 alla Master Key Bologna, agenzia di consulenza in comunicazione, con competenze specifiche inerenti l'area below-the-line, sponsoring e sales promotion in particolare, e i servizi per l'ufficio stampa.Nel 1991-92 è Coordinatore responsabile della Lega Baseball Serie A, di cui gestisce l'attivita di back office e di comunicazione.Dal 1988 al 1991 è Responsabile marketing e comunicazione della Fortitudo Baseball è stato membro del C.O.L. Bologna per i Mondiali di Baseball Italia '88.In questi anni svolge il lavoro di coordinamento nella redazione dei periodici Fuoricampo e Baseball Magazine.Nel 2002 rientra in Fortitudo e dal 2004 è marketing professional per la Federazione Italiana Baseball Softball. Lettore onnivoro, predilige tematiche di aggiornamento per la propria professionalita, ama il fantasy e colleziona fumetti.Ascolta hard rock in tutte le sue forme.Tenta disperatamente, con il poco tempo a disposizione, di abbassare il suo handicap di golfista, ma questa e un'altra storia...

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.