Corradi: “Ci hanno mostrato rispetto”

Il tecnico azzurro esprime soddisfazione dopo la partita con Cuba. I pareri di Lucena, De Santis e Pantaleoni. Contro Taiwan parte Marchesano

Il coach azzurro Claudio Corradi intepreta l'umore della panchina azzurra: “Siamo soddisfatti, ci hanno dimostrato rispetto. Per noi queste sono soddisfazioni e posso dire che la squadra sta crescendo”.

Willy Lucena incassa complimenti e sorride quando gli si fa notare che non tutti possono dire di aver resistito fino alla quinta ripresa contro Cuba: “Avrei voluto arrivare alla nona, per aiutare la squadra” confida l'italo venezuelano “Ma sono contento. Non potevo fare di meglio, penso”.

Riccardo De Santis conferma l'impressione generale sul compagno: “Willy ha lanciato una partita fantastica, ma contro questi battitori ogni errore si paga con punti. Lo posso dire anch'io, visto che ho sbagliato 2 lanci e ho subito 2 fuoricampo”.
E adesso? “Continuiamo a giocare una partita alla volta. Non partiamo battuti contro nessuno”.

“Siamo una squadra giovane” confida Giovanni Pantaleoni “E che a volte pecca di inesperienza. Questa sera credo che siamo andati vicini al nostro massimo. Mi rendo conto che stiamo commentando un 7-0, ma credo che essere rimasti in partita fino alla fine sia un merito”.
Pensate di riuscire a togliervi una soddisfazione prima della fine del torneo? “Veramente vorremmo togliercene due e provare a qualificarci. Non siamo ancora fuori e da quel che ho visto possiamo giocarcela sia con la Corea che con Taiwan”.

L'Italia affronta alle 20 di domenica (ora di Cuba) Cina Taipei allo stadio “Victoria de Giron” di Matanzas. Gli azzurri si affideranno a Mike Marchesano.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.