Marchesano: “Dedicato alla memoria di mia nonna”

Il lanciatore azzurro ha appreso prima della gara del lutto che ha colpito la sua famiglia. Faraone: “Contro Nicaragua inizia il nostro Mondiale”

Mike Marchesano ha una dedica molto speciale per la vittoria che ha firmato contro la Russia: “Mio padre mi ha chiamato per dirmi che mia nonna Abbondanza si e' spenta a Napoli. Le ero molto legato e per me e' stato un colpo duro. Ho cercato di non pensarci per due ore, questa sera”.
Come giudichi la tua prova? “Ho lanciato il 90{13ed80190dbffcaf4b4f062359035feee4536de85b3d6d7d15011abcf7750526} di palle veloci. Funzionava bene il sinker e non ho avuto bisogno di usare grosse strategie di lancio. Certo, non sono al cento per cento fisicamente. Non ho ancora smaltito il doppio cambio di fuso orario”.
Lancerai ancora prima della fine del girone eliminatorio? “Io sono pronto. Se riusciamo a segnare punti, credo di essere in grado di tenere la squadra in partita contro tutti”.

Giampiero Faraone sorride: “Diciamo che abbiamo fatto il nostro dovere. Questa partita dovevamo vincerla e lo abbiamo fatto. Adesso comincia il nostro vero Mondiale”.
La squadra e' parsa un po' pigra in battuta: “Si, direi di si. Ma forse era normale che non partissimo sparati. Adesso ci alleniamo per prepararci al meglio per affrontare Nicaragua, una partita che sara' decisiva per il nostro futuro in questo torneo”.

Il manager russo Vladimir Telkov ha preso la sconfitta con filosofia: “Non siamo riusciti ad esprimerci al massimo. Il caldo umido e il fuso orario sono pesanti da smaltire. Siamo una squadra giovane, che disputa il Mondiale per fare esperienza e cerca di dare il massimo in tutte le partite”.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.