Italeri a “meno uno”!

Battuta 13 a 6 la Gb Ricambi in gara-tre. I bolognesi vanno sul 4 a 0 al 1° e non sono più raggiunti.

Dopo due vittorie all’ultimo, e soprattutto dopo la sconfitta pesante di gara-tre, è stata un’Italeri Bologna con un’altra pelle quella vista ieri seri all’opera al ‘Torri”. Non c’è stata per la Gb Modena la possibilità di andare per prima avanti nel parziale, nella quarta partita delle Sport Week Series. Gli ospiti hanno morso subito e fatto male. Hanno iniziato con un singolo del lead off Rigoli, e dopo un solo out erano già sul 2 a 0, quando Liverziani ha spedito la pallina di un bel po’ oltre la recinzione del fuoricampo, a destra. E prima della fine del primo inning avevano raddoppiato, colpendo i lanci del partente di casa con altri tre singoli a seguire.
Per Ventura sette valide nelle prime due riprese, nove ad un terzo dell’incontro. Undici al cambio con Orta ad inizio 7°.
La Gb Ricambi non è che per questo abbia alzato in fretta bandiera bianca. Così come, vista dall’altra parte, all’Italeri è mancato il colpo del k.o. vero e proprio. Solo che se i soliti primi magnifici quattro del line up – Munoz, Bellizzi, Rosado e Canate – hanno battuto come assatanati (sette valide nei primi quattro inning), in pochissimi casi questo a portato alla segnatura del punto. Quando è successo, al 4°, con l’aiuto di un errore di Solano, la Fortitudo era già sul 6 a 0. E alla fine saranno ben 14 i corridori lasciati sulle basi dall’attacco modenese: troppi per pensar di vincere.
Alla fine un buon Heredia, in pedana per tutta la partita, saranno 15 le valide a carico, con un fuoricampo (Munoz da 2 al 9°) e due doppi. Ma i 9 strikeout ottenuti (7 sulla parte bassa dell’ordine di battuta comunque) gli sono bastati per vincere.
Sull’ 8 a 3, al 7°, l’avvicendamento sul monte della Gb Ricambi. E su Orta all’8° e quindi su Canate al 9°, in entrambi i casi con tre valide e un errore, l’Italeri si è messa definitivamente fuori portata. Eppure i gialloblù ancora hanno onorato il compito fino alla fine, con Munoz che ha voluto togliersi la soddisfazione della battuta-punto nell’ultima ripresa. Facendo capire che anche questa sera non saranno in campo a fare atto di semplice presenza. Anche se più si va avanti con la serie, più per loro si tratta di fare le classiche nozze con i fichi, quanto a lanciatori. Stasera, sul ‘tre a uno” per Bologna, contro l’annunciato Newman, Paglioli dicono farà partire Cesario. A meno che non sia pretattica, e non decida di giocare la carta della disperazione, ovvero Lucena, a dispetto dei 180 lanci di gara-due.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.