La GB Ricambi è pronta

Un solo dubbio per Paglioli: le condizioni di Generali

Il manager Mauro Paglioli lo è andato ripetendo: la GB Ricambi Modena avrebbe fatto il massimo per raggiungere la finale.
Ora alzi la mano chi dava così tanto credito ai 'canarini'.
Legittima quindi la prudenza ad evadere la pratica Modena in fase di presentazione dei 'play off'. L'Italeri è favorita, ma…

Il “ma” è rappresentato dal veterano Cipriano Ventura. Il lanciatore dominicano è in grande forma e ha vinto 3 delle 4 gare di semifinale che hanno dato alla GB Ricambi l'accesso all'atto conclusivo della stagione per la prima volta nella sua storia.
Per ripetersi, la GB Ricambi deve sperare che Ventura offra il bis. Nelle altre gare i gialloblu rischiano in effetti di scontare i problemi derivanti da uno staff di lanciatori ridotto all'osso dall'infortunio di Matteo Nava, che solo un miracolo potrebbe riportare in campo prima della fine della stagione. Comunque, il partente di gara 2 dovrebbe essere Toriaco, con Lucena pronto ad aiutare i partenti sia venerdì che sabato come 'closer'.
Per il resto, la formazione di Modena sarà la stessa che ha vinto le ultime 2 gare di semifinale a Rimini. L'unico dubbio riguarda Generali, che non ha ancora assorbito completamente l'infortunio patito sabato.

“Siamo consapevoli che sarà difficile” ci ha detto al telefono il manager della GB Ricambi Paglioli “Ma siamo in finale e vogliamo giocarcela. Ventura? Lui è fortissimo. Un vero professionista”.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.