L'Italeri arbitra la lotta play-off

Bologna comincia da Nettuno un tris di sfide contro le “pretendenti”, ultima chance per il Parma a Rimini, tripletta obbligata per Grosseto, Modena e Reggio Emilia

Da adesso si fa sul serio. Il campionato è pronto a vivere il suo fantastico poker finale, quattro giornate stracolme di scontri diretti, che definiranno una volta per tutte la griglia play-off. Ormai sicura prima in classifica la Fortitudo Bologna, con un piede in A2 Firenze e Reggio Emilia, la lotta sarà soprattutto per le tre piazze utili per la post-season.
E questo weekend si comincia con due sfide importantissime. A Nettuno scende proprio la capolista Italeri, che da qui alla fine avrà praticamente la possibilità di fare da arbitro, dovendo sfidare Danesi, Telemarket e Gb. Fino ad oggi la Mazzotti-band non ha mai staccato il piede dall’acceleratore, continuerà così fino all’ultima giornata? Di sicuro laziali ed emiliani non si amano affatto, per cui sarà sfida vera fino in fondo, con la squadra di Bagialemani che non si può permettere certo più di un passo falso. La chiave sarà recuperare la coppia Vasquez-De Los Santos, ultimamente in difficoltà, ed arginare un line-up che sembra davvero in forma smagliante. E se a questo si aggiunge il recupero di Betto e il plus-valore Cerbone a dare respiro a un monte di lancio fin qui sicuramente spremuto, è chiaro che sarà sicuramente un partitone.
A Rimini invece è il Parma a giocarsi le sue ultime chance. Uscire con uno 0-3 o con un 1-2 per i ducali significherebbe addio ad ogni speranza di play-off. Peccato che la Telemarket sia sulla stessa barca e non possa assolutamente regalare nulla, visto il calendario delle ultime tre giornate (a Nettuno, in casa con Bologna, a Grosseto). I Pirati comunque possono contare su un monte di lancio sempre profondo, anche se storicamente Sanchez soffre le mazze del Parma, e nel weekend di Firenze garatre ha riservato qualche piccola crepa. Dall’altra parte, comunque, Salcedo, Olenberger e Massimino possono sicuramente giocarsela fino in fondo.
Tripletta obbligata per il Grosseto, che nonostante le assenze pesanti di De Santis e Gasparri, non può prescindere da un en-plein con il Firenze. La Faliero Sarti, però, non ha certo mollato e per ben due volte ha sfiorato il clamoroso sgambetto al Rimini, segnale chiaro che venderà cara la pelle fino alla fine. I maremmani al momento sono un po’ corti sul monte di lancio, per cui sarà determinante un’ottima prova del line-up per non rischiare di arrivare in fondo a partite aperte.
Chi aspetta buone notizie dagli altri campi è sicuramente il Modena, che forte di un calendario tutto in discesa è il grande favorito per i play-off, anche se al momento ne sarebbe escluso. Ma attenzione, la Gb deve continuare a viaggiare a mille e non può sbagliare un colpo, e in questo senso la T&A non è certo l’avversario più malleabile. I titani sono in ottima forma e con Montane (leggermente acciaccato ma dovrebbe farcela) sul monte di lancio si stanno togliendo tantissime belle soddisfazioni, oltre ad aver ipotecato la salvezza. Saranno tre belle sfide, che chiariranno una volta per tutte se Modena è davvero la novità della stagione.
Infine la sfida salvezza Reggio Emilia-Anzio. Per gli emiliani è davvero l’ultima spiaggia, visto che la prossima settimana ad attenderli sarà il Bologna. Ma con una tripletta, ripetuta poi nelle ultime giornate, entrambe casalinghe, contro San Marino e Parma, tutto sarebbe ancora possibile. E’ chiaro che l’inerzia è tutta per il Colavita, che sta giocando bene e può puntare su Sangilbert per cogliere l’obiettivo minimo di una vittoria, che gli garantirebbe una bella fetta di salvezza.
Insomma, il caldo di questi giorni lo ritroveremo su tutti i diamanti. Che weekend, ragazzi!

Informazioni su Andrea Perari 153 Articoli
Andrea Perari, 37 anni, è nato a Perugia ma vive a Rimini dal 1977. Sposato con Nicoletta e papà di Filippo, lavora come redattore sportivo al "Corriere di Rimini", dove cura in prima persona baseball e basket.Collabora anche con "Superbasket", come corrispondente riminese per partite e interviste.La sua "carriera" nasce però dal batti e corri. Nel 1986, infatti, fresco di maturità scientifica, si occupa della pagina settimanale de "Il Fo" sull'allora Trevi Rimini.Nello stesso anno comincia l'avventura radiofonica, la sua vera passione, con trasmissioni settimanali sul baseball e soprattutto con le radiocronache delle partite interne ed esterne.Nel 1987 sbarca in Romagna la "Gazzetta di Rimini" e da collaboratore esterno per il baseball, Andrea finisce per essere assunto nel 1990 e diventare giornalista professionista nel maggio del 1992.Da allora ha sempre seguito in prima persona il baseball romagnolo per la Gazzetta (fino al fallimento del '93) e per il "Corriere di Rimini" dal 1993 ad oggi.Ha collaborato con "Tutto Baseball", "Baseball International", "Baseball & Softball", "Radio San Marino", "Radio Rimini" e nel 1999 con "Radio Icaro", riportando dopo tanti anni, con l'inseparabile collega e amico Carlo Ravegnani, le dirette radio dei Pirati in occasione della finali scudetto giocate a Nettuno dalla Semenzato.Cura insieme all'infaticabile Marcello Massari la pagina Web del Baseball Rimini, che sbarcata su Internet dall'aprile del 2000.Super (a dir poco) appassionato di baseball americano, ama trascorrere le vacanze negli States o in Canada e ha già all'attivo una quindicina di partite viste dal vivo a Toronto, Montreal, New York, Boston, Anaheim, San Diego, San Francisco e Oakland.Partecipa da sette anni al Fantasy Baseball della Cdm, ora via Internet, con ottimi risultati e...dollari guadagnati, e i suoi sogni nel cassetto sono quelli di seguire la Semenzato con la radiocronaca di tutte le gare di campionato, e soprattutto di commentare su tv locali o nazionali le partite delle Major League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.