Mezza Europa si prepara per il mese di luglio

Diversi tornei in preparazione agli Europei di Rotterdam e Haarlem

Iniziano le grandi manovre per i Campionati Europei di baseball.
Martedì 24 giugno prendono il via 2 tornei di preparazione. A Regesburg si gioca l'Open di Germania, torneo che serve alla nazionale tedesca a svolgere la prima parte della preparazione. Il manager olandese del 'BundeTeam' Van Gulik ha una lista di 40 giocatori sui quali lavorare e sceglierà la sua squadra per gli europei dopo un altro torneo a Colonia (4-6 luglio). La squadra rescelta per il torneo giocherà le amichevoli del 7 luglio col Sud Africa e del 9 con la Repubblica Ceca.
Dalla Germania arrivano altre 2 notizie: la Federazione ha ingaggiato come consulente per lo sviluppo dei giocatori Tony Abbatine, che molti ricorderanno come relatore all'ultima “coach convention” italiana a Spoleto.
Alex Borgo, lead off del line up tedesco nel 2001 a Bonn, ha firmato un contratto da professionista per i Phillies di Philadelphia.
Borgo ha una storia famigliare curiosissima. Figlio di un italiano e una tedesca (da qui la nazionalità) è nato in Brasile e ha frequentato l'Università nel New Mexico, Stati Uniti.

La Repubblica Ceca partecipa, sempre da oggi, alla Settimana di Praga, torneo al quale sono state invitate l'Australia, 2 selezioni americane, la squadra russa del Moskvich, la Repubblica ceca juniores e una squadra chiamata Uniform Express. Il torneo si chiude il 28 giugno.

Giovedì 26 prende invece il via il prestigioso World Port Tournament di Rotterdam, che si chiuderà il 6 luglio.
Oltre all'Olanda, partecipano Cuba, Sud Africa, Taiwan e l'Università americana “Eastern Connecticut”.
Cuba ha mandato una selezione sperimentale, guidata da Juan Padilla Alfonso. Giovanissima (un solo giocatore nato negli anni '70) appare la selezione guidata da Yang Shien Ming per Cina Taipei.
La curiosità maggiore suscitata dagli universitari americani è invece la massiccia presenza in rosa di giocatori di origine italiana (i lanciatori Bongiovanni, Di Pietro e Spirito; il ricevitore Funaro; l'interno Garofalo e l'esterno Silva).

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.