Milwaukee, pioggia di fuoricampo

Tre home-run di Richie Sexson e due di John Wander Wal portano i Brewers alla vittoria sui Braves

Non una grande giornata per i lanciatori dei Braves. Milwaukee ha avuto la meglio 12-5 su Atlanta, con Richie Sexson autore di tre fuoricampo, (eguagliato il suo record personale), e John Wander Wal autore di un grande slam e di un home-run da due punti. Sexson ha concluso la gara con 5 punti battuti a casa e 14 basi totali, nuovo primato della squadra.

Sempre nella NATIONAL LEAGUE, il lanciatore dei Cubs Mark Prior è stato assoluto protagonista, nella gara vinta 11-7 sa Chicago su Colorado. Prior ha lanciato bene per 8 riprese, ha messo a segno il suo primo fuoricampo in carriera ed ha anche portato a casa 4 punti.
Gran rimonta dei Dodgers, che hanno segnato cinque volte nella nona ripresa e sono andati a vincere 5-2 contro i Pirates. Adrian Beltre, messo due volte in panchina nell'ultima settimana, ha messo a segno la valida decisiva, un doppio.
La matricola 24enne Zach Day è arrivata a due eliminazioni dal suo primo shutout in carriera, secondo consecutivo per gli Expos. Montreal si è imposta 10-2 su Colorado, ed è stata trascinata in attacco dal fuoricampo da due punti di Wil Cordero.
I Phllies hanno pagato caro l'errore di Pat Burrell, che lasciando cadere una volata nell'ottavo inning ha permesso a tre avversari di segnare. I Giants hanno così avuto le meglio 7-4 su Philadelphia, grazie anche al fuoricampo di Marquis Grissom.
I Cardinals hanno finalmente interrotto la striscia negativa che durava da 5 gare. Brett Tomko ha dominato sul monte per la gara completa, e Albert Pujols ha messo a segno un home-run da due punti, nella vittoria di St.Louis 9-2 sui Marlins.
Ancora una volta, è stata la matricola Raul Gonzales a dare l'apporto decisivo ai Mets. Il suo doppio nel settimo inning ha spezzato la parità e ha dato ai newoyorchesi la vittoria 4-3 contro Arizona, la terza consecutiva per i Mets.
Infine, la grande speranza di San Diego Jake Peavy ha messo la gara su binari positivi fin dall'inizio, mettendo strikeout 8 dei primi 10 battitori affrontati. I Padres si sono così imposti 7-3 sui Reds, in una sfida tra due squadre di bassa classifica.

Nell'AMERICAN LEAGUE, Vernon Wells ha messo a segno il fuoricampo decisivo nel nono inning per i Blue Jays, vincitori 6-5 sui Royals nella prima gara casalinga dopo l'annuncio dell'OMS, che a causa della SARS sconsigliava di recarsi nella zona di Toronto. I tifosi dei Jays hanno risposto con più di 16mila presenze, la quota più elevata dopo l'opening day.
Mike Mussina è diventato il primo lanciatore nella Majors quest'anno ad ottenere la quinta vittoria, dopo che la sua solida prova sul monte è servita agli Yankees per sconfiggere 3-2 i Rangers. “The Moose” ha messo a segno 9 strikeout in 8 riprese.
Non è certo una novità che i Tigers vengano tenuti a zero. Ieri è successo per la sesta volta quest'anno, e Detroit è stata sconfitta 6-0 dai Mariners, con il pitcher Mike Maroth che è diventato il secondo lanciatore della storia a perdere 6 gare prima della fine di aprile.
Finalmente, le mazze di Oakland hanno funzionato alla grande. Mark Ellis ha messo a segno 3 valide in 4 turni, compreso un fuoricampo, e gli Athletics hanno supportato in attacco la buona prova sul monte di Ted Lilly, andando a vincere 5-2 contro gli Indians.
Casey Fossum è rimasto sul monte per 7 riprese senza concedere punti agli Angels, e Boston si è imposta 5-2 su Anaheim. Shea Hillenbrand ha guidato l'attacco dei suoi con un fuoricampo e tre punti battuti a casa.
Per fermare la serie negativa che durava da sei gare, i Twins hanno mandato sul monte Joe Mays, che contro i White Sox si è sempre trovato a suo agio. La tattica ha funzionato, e Mays ha tenuto bene il monte per 7 riprese, portando Minnesota alla vittoria 6-1 su Chicago.
Infine, il debuttante Seth McClung ha fatto un'ottima prima impressione, concedendo solo un punto in 6 riprese agli Orioles, sconfitti 2-1 da Tampa Bay. McClung, 22 anni, era alla sua prima partenza in carriera, e ha concesso tre valide, mettendo anche a segno tre strikeout.

In chiusura, da riportare la notizia della squalifica di 10 gare inflitta al lanciatore di Arizona Miguel Batista a causa della rissa durante la gara tra D'Backs e St.Louis. Per lo stesso avvenimento, Tino Martinez dei Cardinals è stato sospeso per 4 partite.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.