Reds ancora a secco nel nuovo impianto

La squadra allenata da Bob Boone ha subito la terza sconfitta in tre gare contro i Pirates

Ancora a seccco di successi i Reds nel loro nuovo impianto, il Great American Ball Park. I Pirates hanno infatti completato ieri il ‘cappotto” nella serie di apertura della stagione con la vittoria 7-5, propiziata dai due fuoricampo di Reggie Sanders. Nelle tre gare disputate a Cincinnati, Pittsburgh ha messo a segno ben 8 home-run.

Sempre nella NATIONAL LEAGUE, per la prima volta dal 1988 i Braves hanno aperto la stagione con 3 sconfitte. La squadra che ha vinto 11 titoli divisionali consecutivi è stata battuta ieri 4-0 dagli Expos, con un fuoricampo da due punti battuto da Brad Wilkerson. Il nuovo arrivo Russ Ortiz ha incassato la sconfitta per Atlanta.
Cappotto anche per i Cardinals, ai danni dei Brewers. La vittoria di ieri, ottenuta con il punteggio di 7-4, è arrivata grazie alla buona prova sul monte di Garret Stephenson e ai tre punti battuti a casa da Albert Pujols.
Sammy Sosa ha portato a casa 3 punti con un paio di singoli, ma ha lasciato lo Shea Stadium di New York ancora in cerca del suo fuoricampo numero 500. I Cubs ieri hanno comunque sconfitto i Mets, 6-3.
In campo con delle casacche stile ‘mimetica”, in omaggio ai militari USA impegnati in Iraq, i Padres sono sembrati una squadra diversa da quella in grossa difficoltà nella serie d’apertura. Ieri San Diego si è imposta 6-1 su Los Angeles, con 11 strikeout registrati da Jake Peavy e due sole valide concesse ai Dodgers dai tre lanciatori dei Padres.
Due fuoricampo di Bobby Estalella e 5 solide riprese lanciate da Nelson Cruz hanno permesso ai Rockies di evitare il ‘cappotto” contro gli Astros. Colorado ha avuto la meglio 10-5 su Houston nella gara conclusiva della serie di tre.
Infine, al suo debutto con la casacca dei Marlins, Mark Redman ha messo a segno 10 strike-out per la prima volta in carriera, portando Florida alla vittoria 8-3 sui Phillies, la prima della stagione per la squadra di Miami. I Marlins hanno messo a segno tre fuoricampo.

Nell’AMERICAN LEAGUE, finora la delusione principale sono i White Sox, che hanno subito il ‘cappotto” dai Royals, squadra che nell’inverno non ha fatto altro che tagliare stipendi. La vittoria di ieri per Kansas City è arrivata dopo aver segnato 7 punti nell’ottava ripresa, e con il punteggio finale di 12-6.
Ben Davis ha battuto un fuoricampo in apertura dell’undicesima ripresa, e i Mariners hanno avuto la meglio sui Rangers 7-6. Seattle ha sprecato due vantaggi nelle riprese finali, ma ha dato finalmente il primo successo al suo nuovo manager Doug Melvin.
Dopo aver perso la partita d’apertura, i Red Sox hanno ottenuto il terzo successo consecutivo contro i Devil Rays. Kevin Millar ha messo a segno un fuoricampo e portato a casa 4 punti, permettendo a Boston di imporsi 14-5.
Kyle Lohse ha concesso due sole valide in 8 riprese, e i Twins hanno completato il ‘cappotto” sui Tigers con la vittoria 3-0 di ieri. E’ il secondo anno consecutivo che Minnesota apre la stagione con 3 successi.
Infine, Brian Anderson ha segnato il suo ritorno agli Indians concedendo solo 4 valide in 8 riprese, e Cleveland ha sconfitto Baltimore 3-0. Tutti i punti sono entrati sul fuoricampo di Matt Lawton.

In conclusione, qualche notizia.
L’ex stella dei Twins Kirby Puckett è stato assolto ieri dall’accusa di aver violentato una donna in un ristorante di Minneapolis.
Con uno stipendio di 22 milioni di dollari, Alex Rodriguez guadagna più di tutti i Devil Rays messi insieme. E’ uno dei risultati di uno studio della Associated Press, che rivela che il salario medio dei giocatori è di 2 milioni e mezzo.
Il closer degli Yankees Mariano Rivera, fuori per un problema all’inguine, ha effettuato ieri 30 lanci. Il suo ritorno è previsto per la fine di aprile.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.